Perquisiti magazzini di auto in Olanda, al centro anche Yousif?

26.05.2020 13:49 di Marco Ceccarini   Vedi letture
La home del giornale olandese
La home del giornale olandese

Livorno – Nella mattinata di oggi, martedì 26 maggio, la polizia olandese ha confiscato diverse auto elettriche nei magazzini di una società di Alblasserdam, la città in cui ha sede la Sharengo, azienda facente capo a Majd Yousif, il medico ed imprenditore libano-olandese interessato all'acquisizione del Livorno calcio. Non è ancora chiaro cosa vi sia al centro delle indagini della polizia.

Amaranta.it trae la notizia dal portale d'informazione Zhzactueel.nl, giornale di Dordrecht, molto letto in tutta l'Olanda meridionale, compresa la cittadina di Alblasserdam, dove la polizia sta cercando anche di capire il perché della presenza, attorno al magazzino della ditta perquisita, di auto sportive e molto costose, come Mc Laren, Mercedes e Lamborghini, che al momento della perquisizione, però, non sarebbero state trovate. Il giornale olandese non cita il nome di Yousif, ma fa sapere che la polizia ha effettuato perquisizioni anche in uno studio dentistico della zona. Il che, ovviamente, non significa nulla, anche perché non è affatto detto che sia lo studio medico dell'imprenditore di origine libanese. Ma il fatto che Yousef sia anche medico dentista, sommato al fatto che l'indirizzo della società perquisita coincide con quello della Sharengo, fa venire un po' di apprensione ai tifosi amaranto, che si augurano che l'uomo d'affari interessato alla società calcistica del Livorno sia estraneo ai fatti.

Analoghe azioni di polizia, in ogni caso, sembrano essere in corso in tutta l'Olanda. Le forze dell'ordine olandesi hanno fatto sapere che in serata o domattina emetteranno un comunicato stampa per chiarire i termini dell'operazione.