Livorno-Como, le pagelle degli Amaranto

18.04.2021 23:47 di Marco Ceccarini   Vedi letture
Livorno-Como, le pagelle degli Amaranto
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Livorno – La sconfitta, seppure immeritata, condiziona inevitabilmente le valutazioni dei singoli giocatori. E’ una sconfitta, quella interna con il Como, che spinge in modo quasi definitivo il Livorno verso la retrocessione in Serie D. Ecco l’analisi delle prestazioni.

Neri. L’errore sul secondo gol inficia la sua prestazione. Peccato perché altrimenti sarebbe stato più che sufficiente. Voto: 5,5.
Blondett. Non esente da colpe sulla rete del pareggio comasco, non sempre è attento e preciso. Voto: 5.
Sosa. Mostra sicurezza e grinta, svolge bene il suo lavoro difensivo. Voto: 6.
Gemignani. Arretra la posizione, si sacrifica, mostra capacità anche in un ruolo che non è il suo. Voto: 6.
(42’ st Canessa. Troppo poco tempo in campo per essere giudicato. Senza voto).
Di Giovanni. L’impegno non basta, anche se il primo lancio da cui poi scaturisce il gol del provvisorio vantaggio amaranto, a ben vedere, è suo. Voto: 5,5.
(16’ st Evan’s. Entra e dà alla squadra il cambio di passo, anche se questa volta risulta meno brillante. Voto: 6).
Castellano. Parte molto bene, ma cala nel secondo tempo. Non è un velocissimo, ma tiene in piedi il centrocampo amaranto. Voto: 6.
Bussaglia. Poco preciso, a volte va in difficoltà, però l’impegno che ci mette è grande. Voto: 5,5.
(42’ st Bobb. Una manciata di minuti non sono sufficienti a valutare un giocatore. Senza voto).
Parisi. Uno dei pochi a salvarsi veramente. Sulla destra si mostra più efficace che sulla sinistra. Suo è l’assist che, su lancio di Di Giovanni, offre a Dubickas la palla del vantaggio. Voto: 6,5.
Mazzarani. Si fa male ed esce. La squadra ne risente perché la sua esperienza, utile fino a quel momento, sarebbe servita ancora. Voto: 6.
(45’ pt Haoudi. La qualità ci sarebbe, ma lo rovina l’amore per la bella giocata. Calcisticamente deve maturare molto per non gettare al vento le proprie potenzialità. Voto: 5).
Dubickas. Il suo è un gol da attaccante vero. La difesa lariana nel secondo tempo non gli lascia spazi. All’ultimo spreca il gol del possibile pareggio. Voto: 6.
Braken. Gioca in appoggio a Dubickas e non si rende mai veramente pericoloso. Voto: 5.
All. Amelia. Suscitano perplessità alcune scelte iniziali, come ad esempio quella di puntare su Di Giovanni, ma occorre anche dire che la rosa è ristretta e basta qualche assenza per avere conferma che la coperta è corta. Nella ripresa sarebbe occorsa maggiore determinazione. Amelia, su questo, avrebbe forse potuto incidere di più. Ma non bisogna dimenticare che di fronte il Livorno aveva la prima della classe. Voto: 5,5.

Le pagelle del Como

Facchin 6; Bovolon 6, Solini 6, Crescenzi 6, Iovine 6,5; Arrigoni 6,5; Bellemo 6, Terrani 6,5 (29’ st Daniels 6), Gabrielloni 6,5 (41’ st Walker Sv), Gatto 7 (41’ st Cicconi Sv); Rosseti 6 (29’ st Ferrari 6,5). All. Gattuso 6.