Livorno-Albinoleffe, le pagelle degli Amaranto

23.01.2021 23:16 di Paolo Maiuri Twitter:    Vedi letture
Livorno-Albinoleffe, le pagelle degli Amaranto

Livorno – Si può esultare alla fine della partita come per una vittoria in Champions league, questo è il sentimento del tifoso amaranto, questa è passione, questa è la voglia di non morire mai. In un pomeriggio ventoso i bimbi di Livorno sanno sfruttare l’occasione che li consegna al girone di ritorno con una vittoria che sa di speranza, di orgoglio, di grande spirito di squadra! Chapeau! Ecco le valautazioni.


Stancampiano. Inoperoso o quasi si trasforma in allenatore aggiunto: urla, sistema, incita. Voto: 6.

Marie Sainte. Doveva guardare le partite dalla tribuna, si ritrova titolare e ci mette il fisico... i lanci e gli appoggi per le ripartenze da rivedere. Voto: 6.

Sosa. L’uomo di esperienza nelle retrovie, guida la difesa con ordine e sagacia tattica voto: 6,5.

Gemignani. Impiegato da difensore puro, si applica ma rende una spanna meno, la prestazione personale sacrificata per il bene comune. Voto: 6.

Morelli. Uno dei “bimbi livornesi”, sente la partita e gli incitamenti dei tifosi, sfodera la sua migliore prestazione di sempre, primo tempo mostruoso, con il gol, nel secondo prezioso baluardo del centrocampo: man of the match. Voto: 7.

Piccoli. Gioca vertice basso, non ha nella velocità di pensiero il passo del centrocampista ma in mezzo sopratutto nel secondo tempo fa legna. Voto: 6.

Haoudi. Mezzi tecnici devastanti, se riesce a giocare quando serve, anche a due tocchi, diventerà illegale per questa categoria. Voto: 6.

Bussaglia. Nella catena di destra opera insieme a Morelli, copre e pressa finché ne ha . Utile. Voto: 6.

(40’ st Pecchia. Entra e rincorre tutti, prezioso per come entra in partita. Voto: 6).

Parisi. Il pendolino amaranto viene spostato a destra davanti a Gemignani, un primo tempo in sordina poi la solita sicurezza. Voto: 6.

Canessa. Cambia il partner d’attacco dopo dieci secondi e si sposta al centrattacco dove, quasi mai servito, corre e pressa per la causa. La sua cattiveria agonistica non lo fa nonostante tutto, mai uscire dal match. Voto: 6.

Braken. Entra ed esce per infortunio. Senza voto.

(1’ pt Pallecchi. Entra a freddo, ma con il suo perenne movimento non da riferimenti alla difesa. Ottimo spunto nel finale, si gira in un fazzoletto ed impegna il portiere avversario, poi tanto impegno e volontà. Voto: 6,5.

All: Dal Canto. Ha alibi da buttar via, ma anche stavolta indovina la formazione spostando Parisi esterno alto a sinistra e portando Morelli ad agire su la fascia destra dove far valere la sua velocità . Tiene la squadra in pugno che anche oggi risponde presente. Miracoloso. Voto: 7,5.

Le pagelle dell’Albinoleffe

Savini 6; Canestrelli 5, Mondonico 6, Gusu 6; Petrungaro 6, Gelli 6, Nichetti 5,5 (29’ st Piccoli 6), Giorgione 6, Tomaselli 5,5 (29’ st Riva 6); Gabbianelli 5 (14’ st Galeandro 5,5), Manconi 6.