La presentazione. Lucchese-Livorno, derby ad alta tensione

10.04.2021 16:40 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. Lucchese-Livorno, derby ad alta tensione

Livorno – Chi perde è perduto. Al Porta Elisa va in scena un derby che può davvero valere una stagione per rossoneri e amaranto che si sfidano in un match dove, davvero, il pareggio non serve a nessuno. Il Livorno, ultimo, vincendo aggancerebbe i rossoneri che dal canto loro in caso di vittoria si rilancerebbero accorciando la classifica in modo sensibile condannando in modo probabilmente definitivo proprio gli amaranto. Basta questo scenario per presentare una partita che promette scintille.

Il Livorno si presenta a Lucca con il morale alto: la squadra depressa e derelitta delle ultime settimane ha lasciato spazio a una squadra che ha la forza di chi non ha niente da perdere o da difendere e dopo due pareggi (ah, quel gol del Grosseto al 92' quanto pesa...) ha imbroccato due successi consecutivi pesantissimi. E se nelle prossime settimane arrivasse anche l'annullamento dell'ultima penalizzazione con la restituzione dei tre punti, ecco che sognare non sarebbe più utopia. I rossoneri invece, dopo un'incredibile rincorsa, nelle ultime gare hanno un po' frenato raccogliendo solo 4 punti nelle ultime cinque partite.

Per quanto riguarda le formazioni Amelia dovrà rinunciare a Buglio infortunato e a Nunziatini bloccato dalla particolare situazione contrattuale venutasi a creare. L'assetto dovrebbe essere il solito 352 con Dubickas e Braken in attacco con Mazzarani e Bussaglia a supporto. Da capire come verrà impiegato Gemignani: se schierati sulla linea dei difensori potrebbe trovare spazio Di Giovanni, diversamente Marie-Sainte pronto a fare reparto con Sosa e Blondett. Anche Lopez dovrebbe optare per il 352 con Bianchi e Petrovic pronti a far male. Out  Zennaro, Adamoli, Papini, Caccetta, Coletta e Bitep.

Fischio di inizio domenica alle ore 15. Il refrain è sempre il solito serve solo una vittoria. Sarà durissima ma in caso di un'altra vittoria, l'impresa sarebbe davvero qualcosina di più di un semplice sogno ad occhi aperti.