La presentazione. Livorno-Pro Vercelli, serve solo la vittoria

27.03.2021 17:29 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. Livorno-Pro Vercelli, serve solo la vittoria

Livorno – Contro la Pro una delle ultime partite nei...pro. Gioco di parole amaro ma molto vicino alla realtà amaranto che con una nuova penalizzazione sul groppone e una situazione di classifica ormai ampiamente compromessa ospita la Pro Vercelli, seconda in classifica e all'assalto della capolista Como. Al Livorno, inutile dirlo, serve solo la vittoria per poi potersi giocare tutto nei due decisivi scontri diretti contro Pistoiese e Lucchese. Due “spareggi” che però avranno senso solo se verrà accolto l'annunciato ricorso della società contro il nuovo malus. Insomma, molti 'se'. Forse troppi.

Anche perchè le Bianche Casacche scenderanno all'Ardenza per sbrigare la pratica nel più breve tempo possibile. I piemontesi non vincono da tre gare e il ko interno nel Monday Night nel sentito derby contro l'Alessandria ha fatto male per non aver approfittato del ko del Como contro il Piacenza. Ergo, servono i tre punti per non perdere ulteriore terreno dopo il successo dei lariani contro il Pontedera nell'anticipo ma soprattutto per difendere la seconda piazza, che garantisce comunque un bel pass per dei playoff da vivere da protagonisti.

Per quanto riguarda le formazioni Amelia dovrà rinunciare per motivi burocratici a Nunziatini (alla prossima presenza scatta l'obbligo di contratto da professionista che automaticamente lo svincolerebbe in caso di, molto probabile, retrocessione) e all'infortunato Canessa. Probabile la conferma del 352 offensivo con due trequartisti (Mazzarani e Haoudi) e due punte (Braken e Dubickas). Unico dubbio quello sulla corsia sinistra con il ballottaggio tra Gemignani e Evan's. In casa vercellese Modesto dovrebbe disporsi col 343 con l'ex Awua a centrocampo e Rolando a guidare l'attacco. Out lo squalificato Gatto.

Fischio di inizio domenica alle ore 15. Non per la classifica ma solo per l'orgoglio. E, soprattutto per non avere (altri) rimpianti. Poi, all-in sui due scontri diretti.