La presentazione. Livorno, contro la Pistoiese serve solo la vittoria

02.04.2021 18:39 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. Livorno, contro la Pistoiese serve solo la vittoria

Livorno – Pazza idea. La sola idea di pensare a una salvezza amaranto evoca i celebri versi resi immortali da Patty Pravo ma, alla fine, non c'è davvero niente da perdere e la vittoria contro la Pro Vercelli, la prima della gestione Amelia, soprattutto per il modo con cui è maturata ha fatto germogliare il seme della speranza. Intendiamoci, il distacco dalle rivali è ancora ampio, e la forbice di punti dalla quint'ultima (la Giana a 37 punti, con l'Olbia che deve recuperare ancora tre partite) al momento mette seriamente la disputa stessa dei playout. Però il calendario offre al Livorno due scontri diretti che potrebbero ribaltare il quadro della situazione in pochi giorni. Se poi venisse restituito qualche punto allora ecco che la folle idea di agguantare gli spareggi potrebbe non essere più tale.

Discorsi però che stanno in piedi solo e soltanto facendo sei punti contro Pistoiese e Lucchese. I derby in questa stagione al Livorno hanno detto veramente male ma davvero il Livorno non ha scelta: vincere. Altra via non c'è. E allora testa alla sfida contro gli arancioni, protagonisti di una fragorosa caduta verticale: un girone di ritorno horror con soli tre risultati utili: la vittoria contro la capolista Como a fine gennaio e due pareggi. Il cambio della guida tecnica con l'arrivo di Sottili non ha prodotto i risultati sperati e la Pistoiese si presenta all'Ardenza con cinque sconfitte consecutive sul groppone, l'ultima, nel recupero contro l'Olbia, ha gettato nel baratro Valiani e compagni che, piantati a 27 punti, adesso vedono davvero concreto il rischio della retrocessione diretta.

Il Livorno ovviamente non è nella posizione di fare la voce grossa con nessuno ma, per quanto paradossale, forse per la prima volta in stagione affrontiamo un avversario che, almeno in questo momento, è decisamente messo peggio di noi.

Per quanto riguarda le formazioni Amelia dovrebbe confermare l'undici che ha steso la Pro. Neri confermato tra i pali, Evan's pronto a spaccare la partita da subentrante e in attacco il tandem Braken-Dubickas. Mazzarani ha recuperato dall'infortunio che lo aveva costretti ad alzare bandiera bianca nel finale della partita di domenica. Ci sarà. La Pistoiese dovrebbe disporsi con il 4312, con Momentè a guidare l'attacco. Il grande ex Ciccio Valiani, non ha giocato i 90' in Sardegna e quindi verosimilmente dovrebbe partire titolare. Curiosità: nelle fila arancioni gioca Francesco Renzi, figlio dell'ex Presidente del Consiglio. Attaccante, classe 2001, dovrebbe comunque partire dalla panchina.

Fischio di inizio sabato alle ore 17.30. Trovare nell'uovo di Pasqua tre punti invece del solito portachiavi di seconda mano, sarebbe davvero la più dolce delle sorprese.