La presentazione. Livorno-Carrarese, il ritorno del Capitano

13.11.2020 22:25 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. Livorno-Carrarese, il ritorno del Capitano

Livorno – Livorno-Carrarese non sarà una partita come le altre. E non perché è un derby. Ma perché sarà il ritorno di Andrea Luci all'Ardenza. Non ci sarà il pubblico, la sua gente, a tributargli il giusto tributo per colpa di questa maledetta pandemia ma sarà comunque una grande emozione. Per lui e per i tifosi amaranto.

Ma al fischio di inizio, come è giusto che sia, si penserà solo al pallone che rotola e a vincere. E non sarà semplice perché la Carrarese ormai è a tutti gli effetti una big di questo girone come dimostra la finale per la Serie B sfiorata nella scorsa stagione. E la classifica di questo avvio di stagione è lì a confermarlo: i marmiferi si sono subito insediati nelle primissime posizioni e solo il brutto scivolone interno nello scontro diretto al vertice contro il Renate nel turno infrasettimanale ha impedito ai giallazzurri di conquistare la vetta.

Il Livorno, reduce dal rotondo successo contro la Giana, però non può permettersi passi falsi, soprattutto in casa. Gli amaranto hanno bisogno di raccogliere più punti possibili e come ha detto mister Dal Canto in fase di presentazione è vietato guardare in alto e ingolosirsi. La penalizzazione – piccola o pesante che sia – arriverà e quindi la classifica sarà ben diversa da quella attuale. Non è il momento delle illusioni.

Senza contare che il Livorno arriverà al derby come al solito con gli uomini contati. La squalifica di Agazzi e l'infortunio di Bussaglia azzerano praticamente il centrocampo ovvero il reparto più ridotto all'osso della rosa. Al gioellino Haoudi il compito di guidare il reparto. Al suo fianco tornerà Piccoli che ha scontato la squalifica dopo il rosso rimediato nello sfortunato finale del “Moccagatta”. Out anche Porcino, pronto Gemignani.

In casa carrarina non ci sarà lo squalificato Pasciuti, espulso contro il Renate. In attacco Baldini (anche lui squalificato) si disporrà con il 433 d'ordinanza con il tridente formato da Infantino, Calderini e bomber Caccavallo.

Fischio di inizio sabato sera alle ore 20.45. E no, non sarà una partita come le altre. Non per tutti almeno.