Heller: "I soci? O prendono atto della realtà o passino la mano"

07.05.2021 21:56 di Marco Ceccarini   Vedi letture
Heller: "I soci? O prendono atto della realtà o passino la mano"

Livorno - “Le parole del sindaco sono state molto chiare e io aggiungo che siamo chiaramente arrivati allo snodo cruciale della vicenda. O si accetta di negoziare con i potenziali acquirenti, prendendo atto che tutti chiedono l’azzeramento del debito, oppure i soci decidono di fare una aumento di capitale che non solo ricopra il debito ma anche rilanci in modo efficace e definitivo la società e la squadra, oppure il rischio è che questa compagine societaria, sulla spinta della volontà popolare, vada verso la conclusione forzosa della propria esperienza a Livorno”.

Lo ha detto, parlando ad Amaranta.it, il presidente del Livorno calcio, Giogio Heller, che ha precisato: “La situazione è molto delicata. Il calcio è un’impresa del tutto particolare. E’ anche passione, coinvolge la gente, il sentimento, l’appartenenza. Non si può pensare di gestire un club calcistico in modo contrapposto al sentire della tifoseria e alle legittime aspirazioni di una città e dei suoi sportivi”.

Alla videoconferenza svolta oggi, convocata dal sindaco Luca Salvetti, oltre al presidente Heller e al sindaco revisore del club Antonio Mastrangelo, hanno partecipato Pierpaolo Gherlone in rappresentanza della società Sicrea di Umberto Casella e Guido Presta e Raffaele Cammarota per  la società Tkm di Silvio Aimo. Assenti invece l’ex patron Aldo Spinelli, che Salvetti ad inizio riunione ha provato a chiamare, e Rosettano Navarra, la sua mancata presenza era stata messa in preventivo. Presta era presente in qualità di vicepresidente.