Coppa Italia. Esordio amaro per il Livorno che cede alla Pro Patria, 1 a 2

23.09.2020 18:54 di Carlo Grandi   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Coppa Italia. Esordio amaro per il Livorno che cede alla Pro Patria, 1 a  2

Livorno - Nuova stagione, stessi problemi. Un Livorno ancora in divenire e con una squadra che definire rabberciata è un eufemismo esce dalla Coppa Italia, sconfitto nettamente ben oltre il punteggio da un'onesta e ordinata Pro Patria.
E' stata una sconfitta netta, come quelle di cui gli amaranto ci hanno abituato nella scorsa disgraziata stagione. Un timido inizio, poi il gol subito, la reazione fumosa e il raddoppio ospite che di fatto chiude i giochi. Di poco conto a dire il vero la reazione degli amaranto, che pur non facendo grandissime cose hanno avuto pure l'opportunità di pareggiarla, prima trovando il gol con Gonnelli, poi sfiorando nel finale il pareggio.
Primo tempo con gli ospiti che partono forte e che prendono di sorpresa un Livorno disattento arrivando più volte davanti alla porta di Neri; un forcing che si conclude con il gol di Parker, complice un disimpegno errato di Gonnelli, dopo 15 minuti. Dopodichè c'è la reazione degli amaranto, che ritrovano coraggio e trame di gioco ma palesano ancora una volta i loro limiti difensivi: un Mazzeo che gioca quasi a centrocampo per andarsi a prendere i palloni, e scarsa intesa tra i giocatori non permettono al Livorno di creare nitide occasioni da gol. Unico pericoli per la porta difesa da Mangano un tiro di poco a lato di Bresciani, mentre Murilo si perde tra le maglie della difesa bustocca. 
Il secondo tempo si apre con il Livorno in avanti, ma è la Pro Patria a trovare subito il raddoppio: contropiede di Latte Lath che vince un rimpallo contro l'incerto Gonnelli e calcia, con Neri che fa una mezza papera e subisce gol sul suo palo. 
Da quel momento il Livorno accusa il colpo, mentre gli ospiti continuano ad attaccare; la difesa sventa a più riprese prima su Latte Lath poi su Parker, infine Spizzichino calcia di poco alto su sviluppi da calcio d'angolo. 
La prima vera azione pericolosa del Livorno è al 65'; cross di Morelli per la testa di Murilo col pallone che finisce di poco a lato. Un'azione che sembra risvegliare gli amaranto che provano un forcing nella speranza di riaprire la contesa. Prima Marsura si fa recuperare dal difensore lanciato a rete, poi Braken tira di poco a lato su cross di Haoudi. 
Ci prova pure Porcino, che al 78' impegna il portiere ospite in una difficile parata rasoterra; è il preludio al gol del 2 a 1, che arriva con il capitano Gonnelli su cross di Marsura dalla sinistra.
Nel finale sono prima Murilo e poi Pallecchi ad andare vicini al gol, ma le loro conclusioni si spengono di poco a lato, con il tiro del numero 18 deviato in calcio d'angolo da un difensore.
Finisce 2 a 1 per gli ospiti, passa la Pro Patria. 

TABELLINO:


LIVORNO: 38 Neri; 15 Parisi (dal 76' Pallecchi), 42 Boben (dal 60' Marie Sainte), 21 Gonnelli (cap.), 27 Bresciani (dal 60' Marsura); 14 Morelli, 23 Agazzi, 16 Haouzi , 17 Porcino ; 19 Mazzeo (dal 46' Braken), 11 Murilo. All. Dal Canto.
PRO PATRIA: Mangano; Molinari, Lombardoni, Boffelli, Spizzichino; Fietta (dal 60' Bertoni), Brignoli (dal 46' Colombo), Galli, Pizzul (dal 46' Cottarelli); Le Noci (dal 46' Latte Lath), Parker (dal 74' Kolaj). All. Javorcic.


Marcartori: al 15' Parker, al 49' Latte Lath, all'81' Gonnelli.