Blondett: "Ci mancava gioire per i tre punti, domenica sarà una battaglia"

08.04.2021 14:43 di Matteo Gargini Twitter:    Vedi letture
Blondett: "Ci mancava gioire per i tre punti, domenica sarà una battaglia"

Livorno- "Man mano che le partite vengono meno l'aspetto tattico lascia sempre più spazio all'agonismo e io domenica mi aspetto una partita molto tosta. Andrà vinto ogni duello individuale e dovremo essere bravi a leggere ogni momento, abbiamo voglia di rimanere aggrappati alla salvezza."

Lo ha detto in conferenza telematica il difensore amaranto Edoardo Blondett che tramite Zoom ha risposto alle domande dei giornalisti accreditati. L'ex Alessandria si è inevitabilmente soffermato sulla sfida di domenica contro la Lucchese, vero e proprio snodo stagionale: "Dovremo essere bravi a rimanere in partita sino alla fine, faremo la nostra gara senza pensare troppo a chi avremo davanti. Abbiamo visto che la Lucchese spesso si schiera con un 352 e ha in Bianchi il terminale offensivo da tenere a bada ma d'altro canto sappiamo come poter essere pericolosi. Abbiamo le potenzialità per fare l'impresa e la ritrovata gioia della vittoria potrà essere la molla che ci indurrà a fare ancora meglio."

Blondett concorda che prima di pensare a fare la corsa sulla Pro Sesto è necessario fare bottino pieno già a partire da domenica: "Noi dobbiamo fare il massimo per quanto dipende da noi poi è chiaro che faremo la corsa sulla Pro Sesto visto lo scontro diretto all'ultima giornata ma se non faremo il nostro dovere nelle partite precedenti sarà tutto inutile. Dobbiamo fare il massimo in ogni partita e solo così poi sapremo a chi toccherà l'arduo compito di mandarci a casa, il nostro obiettivo è fare il massimo per far si che i playout si possano giocare poi per il resto vedremo."

Sul cambio di guida tecnica: "Amelia ha portato una ventata di entusiasmo e carica figlia dell'amore che lui prova per questi colori. L'attuale mister ci ha responsabilizzato, ha parlato con ognuno di noi e ci ha trasmesso la sua voglia ma non dobbiamo dimenticare quanto fatto da mister Dal Canto che reputo una persona valida e intelligente. Sono due ottimi allenatori che preparano gli allenamenti in modo differente ma che sanno farsi apprezzare dal gruppo."

Chiosa finale sul suo rendimento: "Quando sono venuto qua ero consapevole delle difficoltà che avrei incontrato però mi piacciono le sfide e questo era il contesto adatto per me. Devo ammettere che purtroppo ci sono stati una serie di episodi che mi hanno visto protagonista in negativo però è anche vero che non appena la squadra è cresciuta di rendimento io sono migliorato con lei. Quando ci hanno tolto i tre punti in noi è scattata una reazione d'orgoglio istintiva e adesso stiamo giocando cavalcati da questo aspetto."