Anche il Livorno si associa al dolore per la scomparsa di Burgnich

26.05.2021 12:05 di Ercole De Santi   Vedi letture
Anche il Livorno si associa al dolore per la scomparsa di Burgnich

Livorno – Alla notizia della scomparsa di Tarcisio Burgnich, 82 anni, ex difensore di Udinese, Napoli, Palermo, Inter, Juventus e della Nazionale italiana, ma anche allenatore del Livorno dal 1978 al 1980 con la promozione in Serie B sfiorata nella stagione 1979-80, il Livorno calcio si associa al lutto del mondo del calcio italiano attraverso una nota del proprio ufficio stampa: “Alla famiglia Burgnich, alla moglie Rosalba Pistoresi e ai figli Simonetta, Patrizia e Gualtiero, giungano le più sentite condoglianze di tutta la società As Livorno Calcio”.

Burgnich, che ha allenato anche Bologna, Genoa, Lucchese, Salernitana, Cremonese e Pescara, è stato campione d'Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970 con l'Italia. Da molti anni abitava in Versilia. Si è spento stamani, mercoledì 26 giugno, a cinquant'anni esatti dalla scomparsa del suo compagno di squadra e capitano all'Inter, Armando Picchi, che lo soprannominò Roccia, avvenuta la notte tra il 26 e il 27 maggio 1971.

Burgnich è stato alla guida del Livorno anche nella stagione 1994-95. Tra i giocatori che ha avuto in amaranto a fine anni Settanta, l'allora giovane portiere Stefano Tacconi, l'ala Franco Mondello, il centrocampista Gianfranco Bedin, la mezzala Riccardo Martelli, gli attaccanti Miguel Vitulano e Romoletto Graziani, mentre negli anni Novanta il portiere Farbizio Boccafogli, il roccioso difensore Ricky Di Bin, i centrocampisti Stefano Civeriati e Davide Cordone, gli attaccanti Andrea Bagnoli e Christian Scalzo.