Amelia: “Vincere per sperare. Trattative, serve più discrezione”

17.04.2021 17:06 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
Amelia: “Vincere per sperare. Trattative, serve più discrezione”
© foto di Francesco Inzitari/I love Giana

Livorno – Vigilia di Livorno-Como per il tecnico amaranto Marco Amelia che nella conferenza stampa di presentazione, tiene alto il morale nonostante una situazione di classifica ormai ampiamente compromessa.

“Bisogna dare tutto – ha detto il mister amaranto – dobbiamo vincere per regalarci la possibilità di sperare ancora. Mettere in pratica le cose provate in settimana, la squadra si è allenata bene. Le mie certezze nascono da quello che ho visto nella squadra. Fisicamente stiamo bene, anzi andiamo in crescendo, con la Pro Vercelli abbiamo vinto al 90' e con la Lucchese abbiamo avuto le migliori occasioni nel finale”.

La squadra è carica e Amelia lo conferma con un aneddoto: “Dopo il pari di Lucca non sono stato io a parlare ai ragazzi ma loro a me. Erano rammaricati per non aver vinto una partita dominata ma sono tutti sul pezzo. In questo momento non c'è bisogno di spronarli, è stato necessario quando sono arrivato, adesso sono carichi a mille. Hanno capito che lavorando così possono mettere in difficoltà chiunque. I ragazzi affrontano la prima in classifica vogliono dimostrare di essere all'altezza”.

All'Ardenza domenica arriva la capolista Como, in piena lotta per la promozione diretta in Serie B: “La loro sconfitta a Olbia mi interessa relativamente, sicuramente saranno arrabbiati per il ko. È una squadra con un livello alto, dovremo stare molto attenti, sarà difficile mantenere per 90' il pallino del gioco, sarà una partita molto diversa dalle ultime che abbiamo giocato. Anche loro si giocano tantissimo, ci aspetta una gara dove l'aspetto mentale sarà molto importante. Affrontare una squadra di prima fascia non ci spaventa perché nei finali di stagione le forze tendono a equilibrarsi. Abbiamo dimostrato di poter battere tutti, basti pensare alla partita con l'Alessandria o alla vittoria con la Pro Vercelli”.

“Per quanto riguarda la formazione - spiega Amelia -  Buglio sta meglio ma non è al massimo, andrà in panchina. Marie-Sainte è squalificato e per sostituirlo devo ancora decidere. Potrei arretrare Gemignani dietro inserendo Di Giovanni spostando Parisi a sinistra oppure sostituirlo con Deverlan che però non gioca da qualche partita. Mazzarani invece sta benissimo, ci sarà”.

Sull'esito del ricorso che potrebbe restituire, in parte, qualche punto di penalizzazione: “Quanti punti in più voglio lunedì? Averne quattro sarebbe tanta roba ma prima dobbiamo prendere i tre con il Como. Il nostro avvocato è molto bravo e ha evidenziato molto bene le nostre ragioni, io però in questo momento devo pensare al campo perché fuori non posso fare molto. Sono fiducioso”.

Infine una battuta sulle recenti trattative relative alla cessione della società: “L'unica cosa che mi sento di dire è che forse servirebbe più discrezione, tutte queste voci che escono rischiano di influire, per rispetto per la storia di questo club dovrebbero uscire notizie solo in presenza di fatti concreti. Noi comunque cerchiamo sempre di isolarci e rimanere concentrati sulle cose di campo”.