Amaranto, tifosi in piazza contro Spinelli e gli altri soci

07.05.2021 19:49 di Matteo Gargini Twitter:    Vedi letture
Amaranto, tifosi in piazza contro Spinelli e gli altri soci
© foto di Matteo Gargini / Amaranta

Livorno – Circa mille persone si sono riunite nella giornata di oggi, venerdì 7 maggio, fuori da Palazzo Civico, sede del Comune di Livorno, per protestare contro i soci del Livorno calcio, ritenuti i responsabili della drammatica situazione societaria e della retrocessione in Serie D della squadra amaranto, la prima sul campo nella più che centenaria storia del club.

La contestazione si è svolta a partire dalle ore 18 di questo pomeriggio, in concomitanza con l’avvio della videoconferenza alla quale il sindaco Luca Salvetti aveva invitato i soci proprietari del club, ossia Aldo Spinelli, Guido Presta, Umberto Casella, Silvio Aimo e Rosettano Navarra, con la forzata esclusione di Mauro Ferretti, dato che la società con cui partecipava alla proprietà del Livorno calcio è stata dichiarata fallita nei giorni scorsi. Alla videoconferenza sono stati invitati anche il presidente non socio Giorgio Heller e il sindaco revisore del club Antonio Mastrangelo.

Centinaia di sportivi si sono riuniti muniti di sciarpe e fumogeni ed hanno manifestato contro i dirigenti. Il principale destinatario della protesta è stato l’ex presidente amaranto Spinelli.

La manifestazione, cui si sono associati molti sportivi ed anche gli aderenti ad alcuni club di sportivi amaranto, era organizzata dalla curva Nord Bettnetti. Gli ultras hanno chiamato Livorno e Livorno ha risposto. Dalla protesta di oggi ne esce una città unita e compatta nel nome del senso di appartenenza cittadino.