Amaranto, Spinelli stoppa la fideiussione e Mazzarani se ne va

20.01.2021 13:53 di Matteo Gargini Twitter:    Vedi letture
Amaranto, Spinelli stoppa la fideiussione e Mazzarani se ne va

Livorno - La pazienza è finita, ma la situazione societaria stenta a migliorare. Come riportano i colleghi di Livorno24.com la società amaranto con sede in via Indipendenza è ancora impossibilitata ad operare in entrata sul mercato perché l’ex presidente Aldo Spinelli, nella giornata di ieri, avrebbe deciso di stoppare la pratica relativa alla sostituzione della fideiussione. 

Senza il sostegno di Spinelli, gli altri soci non sarebbero in grado di garantire, da soli, la fideiussione che si aggira attorno ai 750 mila euro. La decisione di Spinelli potrebbe indurre alle dimissioni alcuni soci di minoranza, tra cui l’amministratore delegato Silvio Aimo, tra i più attivi nel cercare di risolvere la situazione, anche se pure lui come tutti gli altri soci, non solo Spinelli, avrebbe l'obbligo di immettere denaro in società. In ogni caso quanto sta accdendo non permette al direttore sportivo Raffaele Rubino di chiudere le trattative che aveva avviato nei giorni scorsi in attesa della fideiussione. 

Il caos societario dunque ha ripercussioni importanti anche sul piano tecnico perché il Livorno, oltre a non poter intavolare trattative in entrata utili a rinforzare la squadra ormai decimata, vedrebbe sfumare anche la contrattualizzazione del trequartista Andrea Mazzarani, promesso sposo del Livorno dalla scorsa estate ed aggregato al gruppo squadra sin da subito, ma ora deciso ad abbandonare la nave in cerca di nuova avventura.