Serie B. Livorno cede in casa al Bologna 1928, 6 a 31

20.03.2017 10:19 di Fabio Giorgi  articolo letto 58 volte
Serie B. Livorno cede in casa al Bologna 1928, 6 a 31

Livorno - Il Livorno Rugby è partito sparato, ma poi, alle prime difficoltà, si è sciolto come neve al sole. Al cospetto della 'big' Bologna 1928 (sempre prima in compagnia del Cus Perugia), i biancoverdi non sono riusciti a ribaltare il pronostico sfavorevole. I labronici - che occupano sempre la quart'ultima piazza - hanno ceduto 6-31 (0 mete a 4). Mal comune mezzo gaudio: anche le altre tre formazioni pericolanti, quelle che stanno sgomitando per evitare la discesa in C, hanno perso. Larghe le sconfitte rimediate da Jesi e da Viterbo, mentre il Vasari Arezzo nel match esterno con il Reno Bologna, ha saputo (nel finale) limitare i danni e dunque si è assicurato il bonus-difesa. Il margine del Livorno Rugby - atteso domenica prossima sul terreno del fanalino di coda Viterbo - sulla zona retrocessione è dunque sceso, quando mancano sei giornate al termine, da 9 a 8 punti. A preoccupare, più della situazione in classifica, è l'infermeria che si sta affollando di piloni: contro il Bologna 1928, già assente Guidi (per lui stagione finita), sono usciti malconci Ciapparelli e Tichetti. Gli altri risultati della 16° giornata di B, girone 2 (tra parentesi i punti conquistati in classifica): Jesi-Romagna 17-41 (0-5); Parma '31-Florentia 51-19 (5-0); Modena-Viterbo 43-12 (5-0); Cus Perugia-Amatori Parma 49-10 (5-0); Reno Bologna-Vasari Arezzo 10-3 (4-1). La nuova classifica: Bologna1928 e Cus Perugia 66 p.; Parma'31 58; Reno Bologna 53; Modena 52; Romagna 48; Amatori Parma 34; Florentia 32; Livorno 22; Jesi 17; V. Arezzo 14; Viterbo 12. Al termine della regular season, le prime due disputeranno i playoff con le prime due del girone 3, mentre le ultime due scenderanno in C.
Contro il Bologna 1928, ottimi i primi minuti dei livornesi. L'apertura dei padroni di casa Rolla, dopo aver sbagliato al 2' un primo calcio (da posizione angolata), sblocca il punteggio con un piazzato battuto dalla corsia centrale: 3-0 al 4'. I biancoverdi appaiono pimpanti, con i felsinei costretti a ricorrere alle maniere spicce (cartellino giallo per il centro Smith all'11'). I livornesi però non concretizzano a dovere. I (validi) ospiti, al giro di boa della prima frazione, cominciano a macinare gioco con la propria ottima mischia. Su azione condotta in prima fase, dopo un'avanzata del pacchetto, l'estremo dei rossoblù emiliani Soavi sigla la meta del (definitivo) sorpasso. L'apertura Bottone trasforma: 3-7 al 27'. Finale di tempo all'insegna della vivacità e dell'equilibrio: Bottone e Rolla siglano un penalty a testa e all'intervallo, sul punteggio di 6-10, la situazione è più che mai fluida. Pesante, soprattutto a livello psicologico, la seconda meta dei bolognesi, giunta al 10' della ripresa, con il terza centro Vedrani che schiaccia dopo la poderosa spinta del pacchetto in una mischia a cinque. Bottone trasforma: 6-17. I felsinei - a caccia del massimo della posta per vincere la lotta a distanza con il Cus Perugia e mettere le mani sulla preziosa prima piazza - insistono, sempre partendo dalla solidità dei propri avanti. Al 26' su attacco insistito, meta del mediano Soavi, trasformata da Bottoni: 6-24. Al 31', punizione battuta a sorpresa dagli ospiti sulla linea di metà campo e fuga sulla destra dell'ala Bastianelli, che firma la meta-bonus. Bottone trasforma: 6-31. Nel finale, con orgoglio, Livorno va a caccia della meta della bandiera. In campo nel finale anche Marmugi, classe '98, attivo anche nella Franchigia della Costa Toscana under 18. Gli sforzi non sono premiati: Livorno, alla sua terza sconfitta consecutiva, deve alzare bandiera bianca. Nelle prossime due domeniche, a Viterbo e in casa con l'Amatori Parma, i ragazzi di Borsato si giocheranno l'intera stagione.

Livorno Rugby - Rugby Bologna 1928 6 a 31

Livorno Rugby: Canepa (5' st Cristiglio); Chiesa T., Armani, Righetti, Fabbri; Rolla, Contini; Iegre (12' st Marmugi), Giglioli (cap.), Gragnani Giorgio; Bertini, Masiero (26' st Mazzocca); Bufalini, Sforzi (7' st Santi), Ciapparelli G. (20' pt Tichetti) (23' st Marconi). A disp.: Cafaro. All.: Igli Borsato.
Rugby Bologna 1928: Soavi; Bastianelli (33' st Ragaglia), Smith, Neri, Signora; Bottone, Sergi (39' st Bernabò); Macchione (6' st Cimardi), Vedrani, Crescenzo (39' st Ferretti); Mazzini (10' st Bandieri), Gambacorta (1' st Tosatto); Mannucci, Sangiorgi, Sandri (cap.) (34' st Barbolini). All.: Gian Luca Ogier.
Arbitro: Simone Sironi di Colleferro (assistenti: Claudio Castagnoli e Andrea Giugni di Livorno).
Marcatori: nel pt (6-10) 4' cp Rolla, 27' m. Soavi tr. Bottone, 31' cp Bottone, 39' cp Rolla; nel st 10' m. Vedrani tr. Bottone, 26' m. Sergi tr. Bottone, 31' m. Bastianelli tr. Bottone.
Note: espulsione temporanea per Smith (11' pt). Calci piazzati: Rolla 2/3, Bottone 1/1. In classifica 0 punti per il Livorno Rugby (battuto con un margine superiore alle sette lunghezze; nessuna meta segnata) e 5 per il Bologna1928 (che ha vinto e si è assicurato il bonus aggiuntivo; quattro mete realizzate). Prima dell'incontro rispettato un minuto di silenzio in memoria del padre del capitano del Bologna1928 Massimo Sandri.