Serie B. Il Livorno Rugby ospita il Civitavecchia

18.10.2018 19:02 di Gabriele Gianfaldoni Twitter:    Vedi letture
Serie B. Il Livorno Rugby ospita il Civitavecchia

Livorno - Domenica 21 gennaio 2018, sul prato amico del 'Carlo Montano', il Livorno Rugby, nel quadro dell'ultima giornata di andata del campionato di B, girone 2, ospita il Centumcellae Civitavecchia, formazione relegata nella seconda fascia della classifica. Quando manca un solo minuto alla fine del match, i biancoverdi di casa conducono 21 a 15. A pochi secondi dal fischio di chiusura, i laziali trovano la meta in mezzo ai pali e, con l'agevole, comodissima, successiva trasformazione, si apprestano a perfezionare il sorpasso. E invece, in modo clamoroso, l'apertura ospite Gentile si fa 'stoppare' il calcio decisivo dal trequarti avversario Cafaro, andato tempestivamente a 'montare'. Una situazione di gioco più unica che rara nel mondo della palla ovale. Cafaro devia la traiettoria del calcio, impedisce all'ovale di superare la traversa e consente così al Livorno Rugby di cogliere il decimo successo, 21 a 20, su undici partite. Più in generale una delle tante domeniche esaltanti per una squadra, quella livornese, capace di ottenere brillanti risultati, di esprimersi al di là di ogni più rosea previsione della vigilia, di chiudere il torneo ad un eccellente terzo posto e di sfiorare il salto in A.

Nove mesi (precisi precisi) dopo quell'incredibile 'stoppata' di Cafaro ai danni di Gentile, il Civitavecchia torna al 'Montano'. Si gioca alle 15,30 (arbitro Daniele Giordano di Arezzo; la telecronaca della partita sarà trasmessa su TC2Sport - canale digitale terrestre 272 - lunedì 22 alle 20,30 e poi più volte in replica, sulle stessa emittente, in varie fasce orarie nei giorni successivi). Il quadro, rispetto alla scorsa annata, è cambiato. Il Livorno Rugby, sotto la guida del confermatissimo coach Marco Zaccagna, ha ora un organico numericamente meno ricco ed è alle prese con un profondo ricambio generazionale. Non manca qualità in rosa, ma, oggettivamente, sarà durissima ripetere gli eccellenti risultati dello scorso campionato. Oggettivamente ci sono, nel girone del centro Italia (il raggruppamento 2) squadre più dotate, più solide, più forti e decisamente più esperte. Una delle formazioni più quotate è proprio il Centumcellae, che annovera nella proprie fila, quest'anno, elementi di formazione Fiamme Oro Roma (la squadra della polizia, impegnata in Top12). Il Civitavecchia è, insieme all'Amatori Parma (guarda caso la squadra che renderà visita al Livorno Rugby nel turno successivo, domenica 28 ottobre) la favorita per la prima piazza, l'unica che consegna la promozione in serie A. Il Centumcellae, che, per ora, accusa 4 punti di penalizzazione (al pari del Rieti; tolta invece in settimana la penalità al Vasari Arezzo), ha dato, domenica scorsa, nel turno di apertura del campionato, un saggio delle proprie doti, travolgendo, 63-0 (9 mete a 0; 5 a 0 in classifica) la matricola Cus Siena. Livorno, invece, al termine di una gara dal doppio volto, ha perso sul terreno del Romagna 32-22 (4 mete per parte; 5 a 1 in classifica).

Rispetto all'incontro di Cesena, per i labronici, le novità sono relative all'assenza per motivi personali del trequarti De Donato e quella probabile, per un malanno ad una spalla, del pilone Bufalini. Sono ancora fuori causa per i loro lunghi acciacchi i trequarti Pellegrini e Stiaffini. Solo a dicembre saranno utilizzabili gli avanti Mangoni e Basha. Sta per essere perfezionato (sarà pronto per giocare già contro il Civitavecchia o, nella peggiore delle ipotesi, esordirà in maglia biancoverde la settimana successiva) il giovane trequarti Rattalino. Questi gli altri atleti a disposizione di Zaccagna per la partita con il Centumcellae (si tratta, per i biancoverdi, dell'esordio casalingo di questa stagione): Cafaro, Menicucci, Ianda, Cristiglio, Gesi, Zannoni, Piras, Bitossi, Gragnani Giorgio, Merani, Scrocco, Gragnani Giacomo, Bottari, Liguori, Ciapparelli, Bastita, Sforzi e Rispoli.