B1 Femminile. Cecina supera Pescara e si salva, 3 a 1

09.05.2016 17:01 di Davide Cappannari  articolo letto 1236 volte
B1 Femminile. Cecina supera Pescara e si salva, 3 a 1

Cecina - Sabato pomeriggio c'era tanto tanto pubblico festante al Pala Frontera per sostenere le ragazze del Volley Cecina nello scontro salvezza contro la Dannunziana Pescara. E tutto questo pubblico (composto da grandi e piccini) non è stato deluso perché le ragazze del Volley Cecina hanno dato luogo ad una prestazione maiuscola, tutto cuore, per mettere al tappeto le rivali pescaresi nella corsa per la salvezza. Infatti al Volley Cecina - come afferma una nota stampa del club di Cecina - era indispensabile conquistare due sets, che avrebbero garantito quel punto indispensabile per garantirsi la permanenza in serie B1. E così è stato, anzi il team rossoblù si è aggiudicato l'intero match per 3-1 contro un avversario che per due sets ha risposto colpo su colpo alle offensive delle padrone di casa portandosi sull'1-1. Poi però nel terzo e nel quarto parziale il match non ha avuto più storia con Genovesi e compagne che hanno disposto a proprio piacimento delle avversarie che hanno praticamente abbandonato la contesa senz'altro stremate per la lotta acerrima sostenute nei primi due set. Così il Volley Cecina, grazie a questo successo, se pur all'ultima giornata di campionato, ha mantenuto il diritto di partecipare nella prossima stagione sportiva ancora alla serie B1! Le ragazze cecinesi hanno interpretato la partita come doveva essere e come era senz'altro nelle aspettative: nessuna di loro si è mai tirata indietro profondendo sempre e comunque tanto ardore in ogni situazione di gioco difendendo anche l'impossibile ed attaccando anche a più riprese contro un avversario che per due sets non ne voleva sapere di mollare la serie a favore delle padrone di casa. E questo atteggiamento di estrema generosità e gagliardia ha senz'altro contribuito a mantenere alta l'attenzione del pubblico che non ha mai smesso di incitare per tutto l'arco della gara le "cecinesi" sia con la voce, ma anche con le "simpatiche" trombette e con i tamburi come non si era mai sentito prima d'ora al Pala Frontera.
Comunque brave tutte le ragazze che nell'occasione sono scese in campo con i centrali Erika Mutti, Cristina Silvestri e poi Sara Manetti che in attacco ed in particolare a muro hanno spento sul nascere le offensive pescaresi. Bene, senz'altro bene capitan Giulia Genovesi sempre presente in ogni situazione di gioco, efficace in attacco ma anche in fase di appoggio e soprattutto in difesa e con lei i posti quattro Elena Casini, decisamente cresciuta nel corso del campionato, e Sara Paparelli che si sono alternate in campo nell'arco dei quattro set. Positiva l'opposta Sofia Renieri che ha comunque ben interpretato il suo ruolo risultando peraltro estremamente efficace in servizio in particolare nel terzo set con una serie iniziale micidiale che ha praticamente messo KO la Dannunziana. Positiva anche la prestazione di Martina Orzenini che nel quarto sets, entrata al posto di Renieri, ha messo giù palloni con estrema decisione sia dalla zona due che dalla zona quattro. Senz'altro buona la prestazione sia di Vittoria Cavallini che di Benedetta Noci che si sono alternate in regia, con quest'ultima che, entrata a partita iniziata, ha contributo ad alzare il ritmo di gioco della squadra ed a far giocare con maggiore continuità gli attaccanti centrali. Nel finale del quarto set spazio anche alla giovane Noemi Giannetti che ha riscosso applausi da parte del pubblico per alcuni interventi in fase difensiva da abile veterana. Infine, dulcis in fundo, il pensiero non può che andare a Laura Sbrana, sempre presente in ogni parte del campo, un vero baluardo della difesa, uno spettacolo nello spettacolo tanto che non ci sono parole per definire la sua prestazione che è stata di un livello di assoluta eccellenza. A questo punto non resta che citare i tecnici che hanno seguito la squadra nel corso del campionato e che, con il loro lavoro quotidiano, sono comunque riusciti nell'impresa di conquistare la sempre auspicata salvezza quali Luca Berti e con lui Luca Poggetti, ma anche Damiano Achilli, il loro collaboratore, e Marco Di Gaddo, il preparatore fisico, ma anche la fisioterapista Cristina Barbieri ed i team-manager Alessandra Gatto e Claudio Giannetti.
Ma torniamo al match. Nel primo set parte bene il Volley Cecina che subito si porta in vantaggio per 7-3 e poi per 11-6 e poi per 14-7 con un gioco brillante ed efficace. A questo punto le ragazze pescaresi riprendono fiducia in loro stesse ed iniziano un'inesorabile rimonta realizzando ben sette punti consecutivamente (14-14). Ma le Dannunziane non si fermano qui rintuzzando sempre le offensive cecinesi. Il set si fa via via sempre più appassionante con il Volley Cecina che tocca per primo il ventesimo punto (20-17). Sul 23-20 sembra fatta per le padrone di casa, ma le adriatiche non demordono costringendo sul 23-23 il coach cecinese ad utilizzare il suo secondo time-out. Cecina conquista anche il 24-23 ma le pescaresi annullano il set-ball ed anzi con due punti sono loro poi a sprecarlo. La contesa va avanti ancora con due set ball per parte ma alla fine, dopo 39' di gioco, ha la meglio il Volley Cecina per 29-27.
Secondo set con le due squadre che nella parte iniziale si fronteggiano punto su punto, poi sono le pescaresi che guidano il punteggio, ma anche il gioco, raggiungendo il 14-10 in loro favore. Le ospiti fanno paura continuando a far punti tanto che raggiungono addirittura il 22-19. Reazione delle padrone di casa che raggiungono la parità sul 22-22. ma il finale è della Dannunziana che chiude il set in 33' per 25-23. ed è l'1-1!
Terzo set con il Volley Cecina sugli scudi e con la Dannunziana Pescara che sembra aver speso fin troppo le riserve energetiche. Va in servizio Renieri che con una poderosa serie di servizi, come già detto più sopra, mette kappo le abruzzesi. Il set scorre via senza troppi sussulti con le cecinesi che dominano la scena tenendo sempre a debita distanza le avversarie. Così il Volley Cecina in 26' chiude la pratica "salvezza" conquistando il parziale per 25-12 in un tripudio generale sia in campo che sugli spalti.
Quarto set fotocopia del precedente. La Dannunziana Pescara, ormai fallita l'operazione salvezza, ha tirato i remi in barca con il team cecinese che gioca a memoria e senza titubanze prendendo il largo sin da subito. Il Volley Cecina ha ormai in pugno "salvezza" e "partita" chiudendo il set in 24' per 25-15.

Il tabellino.

Volley Cecina: Casini, Cavallini, Genovesi, Giannetti, Manetti, Mutti, Noci, Orzenini, Paparelli, Renieri, Sbrana, Silvestri. Allenatori: Piggetti ed Achilli.

Dannunziana Pescara: Caldarelli, Di Gregorio, Damiani, Arnoldi, Colatriano, Di Bacco, Mileno, Liguori, Bianchi, Ricci.

Arbitri: Donati di Arezzo e Serena di Firenze.

Volley Cecina - Dannunziana Pescara 3-1 (29-27, 23-25, 25-12, 25-15).