Zona mista. Ci manca sempre quel qualcosa

03.12.2018 14:36 di Emilio Guardavilla Twitter:   articolo letto 368 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Zona mista. Ci manca sempre quel qualcosa

Brescia. Sono ormai lontani i tempi di quando eravamo la bestia nera del Brescia. O anche di qualche altra squadra. Ora non siamo più la bestia nera di nessuno. Anzi, le bestie nere sono tutte le altre. Al Rigamonti, un secco 2 a 0, sancito da un gol per tempo come nella migliore tradizione della netta superiorità di una squadra sull’altra, ci affonda ancora di più. A guardare la classifica, c’è da andare in depressione. Il bello è che il Livorno non ha demeritato e ci ha messo tutto quello che aveva per fare la partita. Il bello o forse il brutto, perché anche la partita di oggi ci ha fatto vedere chi siamo veramente. Senza nulla togliere all’impegno profuso dai ragazzi, i limiti della squadra sono evidenti e difficilmente sanabili. Almeno per ora. Almeno fino a gennaio.

Mister Breda dice che ci mancano gli ultimi trenta metri, nei quali dobbiamo fare di più. Il Brescia, con il minimo sforzo, ha fatto due gol, ma noi non siamo quel tipo di squadra. “Ci sono tante cose da migliorare, non solo quella del gol, però è logico che la più importante è questa”. Nella partita di oggi, Breda non boccia tutto. “Ci sono delle buone manovre ma dopo, in tempi brevi, bisogna trovare risposte e interpreti che ci possono far raccogliere tutto quello che abbiamo fatto”. Troviamoli subito.

Gasbarro. “Abbiamo fatto discretamente bene ma ci manca sempre qualcosa per portare a casa le partite. Questo ci deve dare la forza per fare qualcosa in più”. Facciamolo subito.

Valiani. “Siamo sempre qui a parlare delle stesse cose, gol su calcio piazzato e sterilità offensiva, questo è il momento che non ci vuole abbandonare. Noi vorremmo abbandonarlo in tutti i modi questo momento negativo ma è dura, non c’è da scoraggiarsi”. Abbandoniamolo subito.

Prima che sia troppo tardi.

Brescia – Livorno 2:0