Ufficialità. Dal Bologna arriva in prestito il centrocampista Rizzo

09.08.2019 19:44 di Carlo Pannocchia   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Ufficialità. Dal Bologna arriva in prestito il centrocampista Rizzo

Livorno - Il Livorno, da oggi, ha un nuovo centrocampista: Luca Rizzo arriva in prestito secco dal Bologna. Il nuovo acquisto del Livorno, Luca Rizzo, è nato a Genova 27 anni fa. Rizzo è cresciuto nel settore giovanile della Sampdoria. Fisico notevole, è duttile e bravo negli inserimenti. Centrale di centrocampo, può giocare anche esterno destro e anche sulla fascia opposta. All'età di diciannove anni i blucerchiati lo prestano in Lega Pro, nel 2011. Luca divide la sua stagione tra le maglie del Pergocrema (12 presenze) e Foligno (17 presenze). L'anno successivo veste la maglia del Pisa, sempre in Lega Pro. Gioca 27 gare tra campionato e playoff (più tre reti) ma perde la finale con il Latina. La stagione 2013/14 è quella della consacrazione nel Modena, in serie B, allenato dal'ex allenatore del Livorno Walter Novellino. Mette insieme 36 presenze tra campionato e playoff, segnando 3 reti (più quattro assist) ma viene eliminato in semifinale playoff dal Cesena. L'anno dopo ritorna alla Sampdoria in serie A, guidata da Sinisa Mihajlovic. Il 21 settembre 2014 esordisce in serie A nella partita Sassuolo-Sampdoria. Colleziona solo 15 presenze (più un gol), complice un infortunio. Il 30 giugno 2015 viene ceduto al Bologna in prestito con obbligo di riscatto a 4,5 milioni di euro. In Emilia in due anni a causa di un destino beffardo e crudele subisce diversi infortuni. Alla fine colleziona 35 presenze (più tre assist) in due campionati. Il 3 luglio 2017 passa in prestito con diritto di riscatto alla Spal neopromossa in serie A. Con la maglia biancoceleste gioca 11 volte segnando 2 reti. Durante il mercato di gennaio viene ceduto all'Atalanta con la stessa formula ma non scende mai in campo. Nell'ultima stagione si è diviso tra il Foggia (5 presenze) e il Carpi dove, però, non ha mai giocato. Non ci resta che augurare a Luca di recuperare la piena efficienza e che finalmente ci faccia scoprire le sue eccellenti doti.