Spinelli a ruota libera su Breda, Yousif e stop ai campionati

11.03.2020 11:24 di Chiara Lucchesi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Spinelli a ruota libera su Breda, Yousif e stop ai campionati

Livorno- Spinelli interviene ai microfoni di Telecentro2 e tuona quando parla di Breda e Yousif. Come riportato da Livorno 24 il Presidente è intervenuto alla trasmissione “Pianeta B” e ha sparato a zero. In primis è tornato sul secondo esonero di Breda al quale addossa la colpa di aver tenuto un atteggiamento tattico non capace di far fruttare le potenzialità della squadra. “ Dopo il derby- queste le parole del Patron in tv- non era più possibile andare avanti. Breda ha insistito con un modulo, il 3-4-3 che ci ha portato solo pochi punti invece di puntare sul 3-5-2 che negli anni il Livorno ha usato molte volte. Gli avevamo consigliato di usare questo modulo nel quale inserire Awua e Seck mentre si è ostinato a far giocare Marsura e Porcino. Non siamo una squadra da ultimo posto, ma la sfortuna è le scelte tattiche ci hanno penalizzato. Adesso cercheremo di onorare il campionato con Filippini.” È un fiume in piena Sciu Aldo e a chi domanda della cessione societaria risponde in modo diretto: “ Siamo stufi di stare nel calcio. Vogliamo vendere e chi prende il Livorno ed fortunato perché la società è sana e ha 23 giocatori di proprietà. Ci sono però anche 300 dipendenti che gravitano intorno e che dobbiamo salvaguardare e per questo vogliamo garanzie. Possiamo concedere un altro po’ di tempo all’imprenditore che ci ha portato il Sindaco, ma si deve far vivo con proposte concrete. Vede, si può dire di tutto, ma senza le dovute garanzie sono solo chiacchiere.”

Inevitabile, infine un commento sullo stop dei campionati:”E’ giusto aver sospeso il campionato in questo periodo drammatico per l’Italia, a mio parere per questa stagione sarebbe opportuno fermarlo definitivamente, perché nelle regioni del nord c’è una situazione catastrofica che non si risolverà in venti giorni. La prossima gara che giocheremo sarà con il Cittadella e anche la loro provincia è abbastanza colpita dall’epidemia: sarei propenso a non giocare, scendere in campo contro i veneti sarebbe un rischio per la salute dei miei giocatori. Spero che la malasorte che ci sta attanagliando per tutto il campionato ci abbandoni e come ricompensa arrivi l’annullamento del campionato e di conseguenza il mantenimento della categoria”.