Sottil ha la fiducia della squadra ed avverte: "Ci siamo ricompattati"

08.03.2018 19:41 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 1399 volte
Sottil ha la fiducia della squadra ed avverte: "Ci siamo ricompattati"

Tirrenia - Nuovo colpo di scena in casa amaranto. Dopo aver infatti presentato le proprie dimissioni nella giornata di martedì scorso, quest’oggi, giovedì 8 marzo, mister Andrea Sottil ha fatto dietrofront, tornando così a riprendere il suo posto sulla panchina del Livorno. E per chiarire tutti i contorni di questa intricata vicenda, la società ha indetto, in maniera improvvisata, una conferenza stampa, tenutasi nei locali del centro Coni di Tirrenia. Una conferenza vivace, intensa, nella quale Sottil non è stato lasciato affatto solo. Era infatti presente con lui l’intera squadra amaranto, con il capitano Andrea Luci seduto a fianco del tecnico piemontese.

E' stato subito il mister a voler prendere immediatamente la parola, spiegando cosa è avvenuto in questi giorni: “Quella di martedì era stata una decisione istintiva. Abbiamo vissuto un momento fortemente negativo, con scarsi risultati e con numerose critiche, e questo mi ha lacerato l’anima. Per un attimo sono andato in tilt. Mi sono sentito svuotato, demoralizzato. Così avevo deciso di mollare. Sia chiaro, la società non ha avuto ruolo nella mia decisione: ho sempre avvertito piena fiducia dalla dirigenza. Era un fatto personale. Poi c’è stato un fatto importante che mi ha convinto a ritornare sui miei passi. I ragazzi mi hanno chiamato e tutti, nessuno escluso, mi hanno voluto incontrare. Ci siamo così seduti attorno a un tavolo e ci siamo confrontati in maniera sincera, schietta. E' stato un incontro importante, significativo. E' servito a ricompattarci tutti. Questo attaccamento dimostratomi dai miei giocatori mi ha ridato nuova energia, mi ha ridato la carica che avevo perso”.

Capitan Luci ha confermato quanto raccontato da Sottil: “In questi giorni ci siamo confrontati a lungo e abbiamo convenuto che la soluzione migliore era andare avanti tutti insieme, con lo stesso staff con il quale stiamo lavorando da luglio. Nelle ultime ore abbiamo avuto un confronto diverso dagli altri: ci siamo guardati negli occhi e ho visto uno sguardo diverso. Da oggi per noi comincia un nuovo campionato. E vogliamo vincere le undici battaglie che ci restano da affrontare”.

Proprio gli esiti delle prossime partite potrebbero però decidere le sorti di Sottil, perché, si sa, nel calcio alla fine contano solamente i risultati. Ed a chi chiede al tecnico se teme un esonero in caso di mancata vittoria contro la Giana Erminio, Sottil risponde deciso: “Sono sicuro che sabato faremo risultato. Avverto di avere alle spalle la forza della squadra. E questo mi basta per farmi stare sereno”.