Sala stampa. Petrone: “Partita decisa dagli episodi, ora testa ai playoff”

14.04.2018 21:00 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 586 volte
Mario Petrone
Mario Petrone

Livorno – Prima sconfitta sulla panchina neroazzurra per Mario Petrone. Un ko che però arriva nella partita più sentita della stagione e che forse mette definitivamente fine ai sogni di rimonta in vetta del Pisa. “Dispiace perché il gol preso in avvio su una nostra disattenzione ha indirizzato la partita poi il raddoppio ci ha letteralmente tagliato le gambe. Non abbiamo giocato male, purtroppo non siamo stati bravi a concretizzare le occasioni create. Il Livorno invece è stato bravo a colpire ogni volta che ne ha avuto la possibilità. I ragazzi hanno chiuso distrutti, hanno dato tutto, non posso che ringraziarli”.

Tuttavia qualche rammarico resta: “Fa rabbia perdere su azioni che avevamo studiato, soprattutto il primo gol preso praticamente a freddo è arrivato su uno schema noto. L'errore dell'attaccante sottoporta fa parte del gioco e lo accetto, la disattenzione su un concetto difensivo invece mi fa recriminare. Purtroppo in alcuni frangenti ci è mancata la lucidità”

Infine rivela un piccolo retroscena sul gol del 2-0: “Quello nasce anche da un cambio fatto in ritardo. Birindelli doveva uscire, abbiamo tergiversato, e poi proprio perché non era a posto ha sbagliato la diagonale su cui è nato il gol di Vantaggiato”.

Adesso il sogno promozione diretta sembra definitivamente sfumato: “Ormai è chiaro che la promozione se la giocheranno il Livorno e il Siena, noi dovremo cercarla ai playoff dove troveremo squadre forti e agguerrite”.