Sala stampa. Foscarini: "La squadra mi è piaciuta, l'importante era vincere"

 di Marco Ceccarini  articolo letto 551 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
Sala stampa. Foscarini: "La squadra mi è piaciuta, l'importante era vincere"

Livorno - Non nasconde la soddisfazione, il tecnico amaranto, Claudio Foscarini, nella sala stampa dello stadio Picchi, dopo la vittoria sul Renate nel primo turno dei playoff: “Oggi c’era una curva bella e colorata e questo mi ha fatto riconoscere il vero stadio di Livorno, sempre caloroso e vicino alla squadra". Poi, sulla gara odierna: “L'importante era il risultato. Era una partita pericolosa e non potevamo permetterci errori. Questa formula privilegia chi si è posizionato peggio in classifica. Non avendo niente da perdere, infatti, le squadre sfavorite giocano più agguerrite e anche più distese perché sanno di poter giocare, senza calcoli, il tutto per tutto”. E ancora: “Nel primo tempo la squadra mi è piaciuta, mentre nella ripresa potevamo gestir meglio la palla. Ma in partite di questo genere, ad eliminazione diretta, può starci”.

Infine, sul confronto con il Francavilla, prossimo avversario del Livorno nei playoff: “Non conosciamo niente di loro, così come loro non conoscono noi. Ma questo non mi spaventa. Tra due giorni noi sapremo tutto di loro, così come a Francavilla sapranno tutto di noi. Le nuove tecnologie, oggi, permettono ciò senza problemi. Ma soprattutto io mi preoccupo della mia squadra e non guardo più di tanto gli altri”.