Sala stampa. Foscarini: “Grande prova di maturità. Squadra di carattere”

 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 711 volte
Sala stampa. Foscarini: “Grande prova di maturità. Squadra di carattere”

Livorno – Prova di maturità superata a pieni voti. Il mister amaranto Claudio Foscarini è orgoglioso dei suoi ragazzi. La capolista Alessandria perde la sua imbattibilità all'Ardenza e il campionato adesso si fa davvero interessante: “Abbiamo sfoderato una prestazione di personalità. Tra il Livorno della gara di andata e quello di stasera non c'è paragone. Adesso siamo una squadra con un'identità ben definita. Sarò sincero, mi sono divertito. E se mi diverto io vuol dire che si divertono anche i ragazzi in campo e il pubblico sugli spalti”

Il Livorno ancora una volta vince in rimonta: “E' la quinta-sesta partita che vinciamo dopo essere andati in svantaggio. Sintomo che questo gruppo ha una personalità solida. Questa è una squadra di carattere. Non so se questa è la nostra migliore partita ma di certo è una grande dimostrazione di maturità soprattutto considerando il valore dell'avversario che abbiamo sconfitto. Non penso sia una partita della svolta direi che è la prova concreta del nostro percorso di crescita. Il caso ha voluto che l'anno si chiudesse nel nostro miglior momento con l'avversario più forte. Una partita arrivata davvero al momento giusto”.

“Non so se possiamo parlare di campionato riaperto. Certo, adesso il distacco è abbondante ma non più enorme. Resta il fatto che noi dietro dobbiamo fare miracoli e l'Alessandria davanti deve fare qualche piccolo danno altrimenti è dura".

Foscarini poi rispedisce al mittente le accuse del difensore ospite Piccolo che ha accusato gli amaranto di aver giocato scorrettamente: “Io ho visto una partita tirata, indubbiamente ci sono stati momenti di tensione, data l'importanza della partita, ma anche nei momenti in cui si sono verificati degli eccessi questi sono da imputare al troppo agonismo. Non ho mai visto cattiveria”.

E adesso c'è la sosta proprio nel periodo migliore degli amaranto: “Ammetto che un po' mi dispiace fermarmi perché siamo davvero all'apice della forma, fisica e mentale. Ma non ne faccio un dramma. Abbiamo speso tanto, ne approfitteremo per recuperare un po' di energie”.