Racing-Livorno, le pagelle degli Amaranto

 di Carlo Pannocchia  articolo letto 850 volte
© foto di Federico De Luca
Racing-Livorno, le pagelle degli Amaranto

Livorno - La squadra di Foscarini infligge la seconda sconfitta consecutiva interna alla Racing Roma. In gol Lambrughi e Cellini per gli amaranto, Loglio per i laziali. Con un terrificate uno-due, nel secondo tempo, il Livorno ottiene l'unidicesimo risultato utile consecutivo.

Mazzoni 7: se il Livorno riesce a portare a casa una vittoria fondamentale il merito è in gran parte suo, sventando nel primo tempo la seconda occasione dei laziali respingendo con il piede un tiro di Loglio.

Rossini 6: commette un ingenuità sul gol dal Racing Roma ma combatte senza mai mollare.

Borghese 6: cerca di mettere ordine in difesa, fa a sportellate con tutti, nel secondo tempo sfiora la rete.

Gasbarro 5,5: coraggioso ma impreciso, meglio in contenimento ma non assiste il gioco con risultati soddisfacenti. Suo l'errore che poteva portare la Racing Roma sul 2-0 (dal 45' Toninelli 6,5: Vivace sia in difesa che in attacco, si spinge spesso in avanti, tra i migliori).

Jelenic 7,5: si accende ad intermittenza, offre un assist a Cellini, ci mette il cuore e lo fa vedere soprattutto nella ripresa. Immenso.

Luci 6,5: bravo ad inserirsi nella manovra degli amaranto, nei momenti di difficoltà tiene in piedi il centrocampo.

Marchi 6: fa un pò tutti i ruoli, recupera un sacco di palloni e non tira mai il piede indietro.

Lambrughi 7: segna con freddezza il terzo gol stagionale, il resto è sacrificio.

Venitucci 5,5: la sua esperienza si fa sentire ma è una prestazione al di sotto delle aspettative (dal 45' Cellini 7,5: il suo settimo gol è da avvoltoio d'area, è il leader di questo Livorno).

Maritato 6: ci mette forza fisica, il guizzo gli viene meno nei momenti importanti della gara ma ha volontà da vendere.

Murilo 6,5: pesca un assist al bacio per il gol di Lambrughi, in avanti si muove bene ma a volte non viene assistito nel modo giusto.

Allenatore. Foscarini 7: dai fantasmi della sconfitta ad un successo fondamentale, indovina i cambi, ci vuole un episodio per scuotere il Livorno ma la strada è quella giusta.