Quarto tempo. Una bella risposta, andiamo avanti

 di Emilio Guardavilla Twitter:   articolo letto 342 volte
Quarto tempo. Una bella risposta, andiamo avanti

Livorno – Il 4-2-3-1 di Sottil archivia la pratica Arzachena in una mezzoretta di gioco e dimostra a tutti che quanto accaduto all’Arena la settimana scorsa è stato solo uno spiacevole episodio contornato da eccessivi ed ingiustificati allarmismi. Baldi e fieri, gli amaranto di oggi hanno dimostrato una netta superiorità sulla cenerentola del campionato pur dilapidando un patrimonio di occasioni da gol che ha fatto sussultare l’Armando Picchi più di una volta.

Il mister è il primo ad esserne consapevole e, su questo, sta già lavorando. – “Bisogna essere più precisi, loro sanno che io li martello tutti i giorni perché là davanti abbiamo talmente tanta qualità che ogni tiro deve andare sempre in porta. In fondo alla porta”. Sull’accenno di rimonta dei sardi, la disamina è tutta a favore dei suoi. –“Abbiamo creato tantissimo, dovevamo chiuderla molto prima. Poi abbiamo preso questo gol su questa deviazione fuori area ma la squadra è stata brava a gestire bene la gara. Un segno di maturità, una bella risposta tra mercoledì e oggi. Andiamo avanti”.

Doumbia ha timbrato anche oggi, con un gol di rapina che è valso il raddoppio. L’unico rammarico è per l’imprecisione sotto porta. Anche lui ha visto una bella risposta della squadra. –“Siamo stati bravi a gestire la palla anche nei momenti difficili”.

Gasbarro si sofferma sulla pronta reazione dimostrata ma mette in evidenza anche il potenziale difensivo della squadra. –“Abbiamo preso gol sull’unico tiro dell’Arzachena”. In effetti, è andata proprio così.

Livorno – Arzachena 2 : 1