Quarto tempo. Stiamo facendo cose buone

30.09.2019 18:00 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
Quarto tempo. Stiamo facendo cose buone

Livorno – Tanto è stato fatto, è vero, ma tanto altro c’è ancora da fare. I giocatori sono arrivati, ora c’è da farne una squadra. E non è come dirlo perché fare una squadra significa lavorare sulle menti e sulle anime prima che sulle gambe e sul fiato. Il potenziale c’è, lo si è visto. Ora, ma siamo già parecchio in ritardo, va trasformato in un qualcosa di solido e affidabile su cui poter contare anche negli ultimi minuti, o nel recupero, quei frangenti che continuano a risultare fatali troppo spesso. Per aiutare quella fortuna che ad oggi ci ha sempre voltato le spalle, ci vuole una mentalità che non prevede cali di tensione o sviste di nessun genere. Il gioco c’è, ma non basta. Per portare a casa i risultati, serve ben altro. Come se ne esce? Secondo il mister, solo con il lavoro.

Dopo la Salernitana, Breda è amareggiato all’inverosimile. Strano sarebbe stato il contrario viste come sono andate le cose. “La partita l’abbiamo fatta noi eppure torniamo a casa con zero punti. Per me già un pareggio stava stretto”. E pensare che quel pareggio immeritato è sfumato allo scadere del tempo. Sulle disattenzioni che ci hanno penalizzato oltremodo anche oggi: “Purtroppo i gol presi non è sempre colpa della difesa perché vuol dire che davanti non stiamo facendo quanto si dovrebbe. Ci siamo abbassati troppo, ma a volte è normale che succeda”. È convinto del lavoro svolto: “Nel nostro percorso di crescita stiamo facendo cose buone”.

Raičević è tornato a segnare dopo 5 mesi. “Purtroppo anche oggi abbiamo preso gol a tempo scaduto sia nel primo che nel secondo tempo e su questo dovremo lavorare: speriamo di iniziare a segnare anche noi oltre il novantesimo, magari già dalla prossima partita”.

Boben parla della dea bendata. “Nelle ultime tre partite abbiamo giocato bene, ma ci è mancata un po’ di fortuna”. Anche lui è convinto che la strada intrapresa è quella giusta. “Siamo sulla buona strada”.

Ma dalla classifica non sembrerebbe.

Livorno – Salernitana: 2 – 3