Quarto tempo. Bene i primi quarantacinque minuti

28.01.2020 10:24 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com
Quarto tempo. Bene i primi quarantacinque minuti

Perugia - Come era lecito immaginarsi con una squadra ampiamente rimaneggiata per squalifiche e infortuni, anche la trasferta in Umbria si trasforma in un’altra disfatta. A questo punto tenere il conto delle sconfitte, oltre che ad essere matematicamente difficile, è anche deprimente. Così come lo è guardare la classifica che ad oggi ci candida come favoriti alla retrocessione diretta. Al Renato Curi, mister Tramezzani voleva riprendersi i punti sciaguratamente persi in casa con la Virtus Entella. Ma così non è stato. Tutt’altro, a Perugia il Livorno ha dato continuità al trend negativo di quest’anno con una prestazione conforme alle aspettative. Stessa leggerezza difensiva, centrocampo che non macina gioco e attacco forzatamente sterile. Anche contro una squadra che di irresistibile ha solo la veemenza del suo nuovo allenatore.

Tramezzani continua dire che la squadra ha qualità importanti e per questo continuerà a lavorarci fino a che gli verrà permesso. Sostiene di aver visto un buon primo tempo, anche dopo lo svantaggio. Vedere il primo tempo del posticipo di Perugia come un bicchiere mezzo pieno è uno slancio ottimistico che non possiamo più permetterci. Sperare negli ultimi giorni di mercato invernale, altrettanto.

Perugia – Livorno 1 : 0