Prossimo avversario, la Cremonese di Rastelli

06.11.2018 23:06 di Carlo Pannocchia  articolo letto 284 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Prossimo avversario, la Cremonese di Rastelli

Livorno - Lo scorso anno per la Cremonese è stato quello del noviziato. Dopo tanti anni lontano dalla serie B il club grigiorosso sta lavorando per consolidarsi nella categoria. L'arrivo di Andrea Mandorlini ha riportato la Cremonese in zona playoff. Dopo la conferma dell'ex tecnico del Genoa, la società lombarda ha cambiato in corsa, pochi giorni fa. Costa caro il pareggio fuori casa con il Verona per Andrea Mandorlini. Il nuovo allenatore è Massimo Rastelli. Il nuovo tecnico ha alle spalle una buona carriera da calciatore: 102 presenze e 21 reti in serie A, 368 presenze e 68 reti in serie B. Chiude la carriera a 40 anni con la Juve Stabia e diventa allenatore dei campani nella stagione 2008/09. Il 13 ottobre 2010 approda sulla panchina del Brindisi (Seconda Divisione). L'anno successivo è alla guida del Portogruaro. Al termine della stagione passa all'Avellino. Il 12 giugno 2015, firma un contratto per guidare il Cagliari. Con i sardi ottiene subito la promozione in serie A. Al suo primo anno di serie A con 47 punti termina la stagione all'11° posto. All'inizio della stagione 2017/18 dopo quattro sconfitte consecutive viene esonerato. Durante il mercato sono arrivati per il reparto difensivo il portiere Volpe dal Gubbio, Kresic dall'Avellino (in prestito dall'Atalanta) e Migliore dal Genoa. In mezzo al campo Boultam dall'Ajax U21-Olanda, Castagnetti dall'Empoli, Greco dal Foggia, Picchi dalla Pistoiese (in prestito dall'Empoli) e Strefezza dalla Juve Stabia (in prestito dalla Spal). Infine in avanti Carretta e Montalto entrambi dalla Ternana. La Cremonese occupa il 10° posto con 12 punti: 2 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte. Ha realizzato 10 reti e ha subito 8 reti. Il nuovo tecnico campano utilizza i moduli 3-5-2 e 4-3-1-2, senza disdegnare altre soluzioni tattiche in base all'avversario. Il modulo preferito resta comunque il 4-3-1-2. Il tecnico Mandorlini durante la stagione ha giocato con il 4-3-3. Non è da escludere la conferma del modulo per il nuovo allenatore dei grigiorossi. In porta troviamo Radunovic (ex Salernitana), la difesa è composta da destra a sinistra da Mogos, Claiton, Kresic (l'anno scorso ad Avellino) e Migliore. A centrocampo ha come mediano Castagnetti mentre le due mezzali sono Strefezza e Arini. In attacco la punta centrale è Brighenti supportato dagli esterni Castrovilli e Perrulli.