Pavanel: “Andiamo a Livorno per giocarcela”

 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 207 volte
Pavanel: “Andiamo a Livorno per giocarcela”

Arezzo – Guai a giocare solo per non prenderle. E' questo l'imperativo che il tecnico dell'Arezzo Massimo Pavanel intima ai suoi in vista della partitia di domenica sera al “Picchi”: “Se andiamo a Livorno con l’idea di tamponare gli avversari abbiamo già perso. Dobbiamo andare là per giocarcela. Loro possono cambiare molto, hanno tante soluzioni, sono molto forti. Confido molto nella mia squadra: deve credere nel suo miglioramento. Andiamo a Livorno per fare la nostra partita”.

“La compattezza della squadra mi sta piacendo – ha aggiunto Pavanel - abbiamo cominciato a lavorarci, ci stiamo ancora lavorando. Abbiamo subìto poco: dobbiamo continuare così. C’è da migliorare la fluidità e la tranquillità nella manovra. Contro il Pontedera si è vista ancora qualche preoccupazione. Contro il Livorno dobbiamo essere coraggiosi: se non siamo coraggiosi, al 10′ il punteggio sarà già 2-0. Riusciremo a chiamarci “squadra” quando sapremo ribaltare situazioni difficili in campo e prenderci le nostre responsabilità”.

Sul match il tecnico dell'Arezzo ha le idee chiare: “Abbiamo studiato qualche contromossa per battere la prima nella classe, abbiamo qualche arma da giocare. Abbiamo un centrocampo forte, cercheremo di sfruttarlo a dovere. Il Livorno arriva nella migliore situazione possibile, ma hanno tutto da perdere. Noi veniamo da due partite difficili: ma non ci devono essere cali di tensione. Ci vuole un Arezzo straordinario: loro avranno un vantaggio fisico, noi potremmo averne uno psicologico. Non abbiamo bisogno di alcuna carica”.