Livorno-Perugia, le pagelle degli Amaranto

04.11.2018 23:49 di Marco Ceccarini  articolo letto 578 volte
Livorno-Perugia, le pagelle degli Amaranto

Livorno - Inopinata sconfitta interna del Livorno contro il Perugia, che mette nei guai la squadra di Lucarelli, con la conseguenza che molti voti sono bassi, sotto la sufficienza, anche se non mancano alcun elementi, tra cui Diamanti, che hanno disputato una partita eccellente. Vediamo nel dettaglio le valutazioni dei giocatori e del tecnico.

Mazzoni. Incassa senza particolari responsabilità le tre reti dei perugini, la sua dunque sarebbe stata una prestazione positiva nonostante la sconfitta, ma poi si fa espellere per doppia ammonizione, con il secondo giallo rimediato per proteste dopo che già era stato ammonito per intemperanze, lasciando in dieci la squadra nel momento più delicato della partita. Voto: 4.5.

Di Gennaro. Non commette particolari errori e sa essere efficace in fase difensiva. Nonostante la sconfitta il suo è un contributo positivo. Voto: 6.

Dainelli. Giornata negativa per l'esperto centrale difensivo amaranto. In diverse occasioni si dimostra poco preciso nel gestire la palla e soprattutto provoca il rigore che permette al Perugia di espugnare l'Ardenza. Voto: 5.

(31' st Zima). Subentra a Dainelli tolto dal campo a seguito dell'espulsione di Mazzoni e per quel poco che rimane in campo fa il suo. Ma gioca troppo poco per essere giudicato con cognizione di causa. Senza voto.

Gasbarro. Gioca disciplinatamente al fianco di Dainelli compiendo però qualche piccolo errore di troppo sotto l'aspetto difensivo. Voto: 5,5.

Pedrelli. Instancabile sulla fascia sinistra, propizia qualche cross interessante e si fa sentire in mezzo al campo. E' un giocatore importante per questo Livorno. Voto: 6.

Valiani. Lavora molto in mezzo al campo ma non riesce a finalizzare il suo gioco. Ha esperienza, e si vede, ma a volte va in difficoltà se pressato o costretto al duello in velocità. Voto: 5.5.

Bruno. A tratti fatica a supportare la difesa ma nel complesso disputa una gara positiva. Si mette con umiltà al servizio della squadra. Voto: 6.

Agazzi. Interpreta dinamicamente il ruolo della mezzala servendo l'assist su cui Daimanti segna il primo gol e conquistando il rigore su cui lo stesso fantasista raddoppia. Voto: 6.5.

Porcino. Finché sta in campo presidia bene la fascia sinistra, ma dopo neanche mezzora deve uscire per infortunio. Prova comunque positiva. Voto: 6.

(24' pt Fazzi). Sostituisce Porcino svolgendo bene sia la fase di copertura sulla sinistra che l'impostazione del gioco. E' uno dei giocatori più in forma del Livorno. Voto: 7.

Diamanti. Il migliore in campo. Costruisce il gioco e lo finalizza, fa gol e poi lo trovi davanti al portiere Mazzoni a difendere l'area amaranto. Voto: 8.

Raicevic. L'impegno non gli manca ma contro il Perugia non entra mai veramente in gara. Voto: 5.

(25' st Murillo). Entra al posto di Raicevic e si proietta in vanati, ma risulta evanescente, risentendo del clima generale e dell'andamento della partita nel momento in cui è entrato: 5.

All. Lucarelli. La squadra è quella che è, ma anche Lucarelli sembra metterci del suo. Non si discute la qualità e neppure la capacità tattica e tecnica del tecnico amaranto. Ma è come se, talvolta, non riuscisse a trasmettere le giuste motivazioni alla squadra. Contro il Perugia è accaduto esattamente questo. Nel momento in cui gli amaranto avevano recuperato una partita che sembrava persa, e quindi avevano dato prova di carattere, di fronte alle difficoltà poi insorte hanno perso letteralmente la testa. Voto: 5.

Le pagelle del Perugia. Gabriel 5, Ngawa 6, El Yamiq 7, Cremonesi 6, Falasco 7, Kingsley 6 (41' st Mustacchio Sv), Bianco 6.5 (24' st Moscati 6), Verre 7, Dragomir 6.5, Vido 6, Melchiorri 6. All. Nesta 7.