Livorno, i numeri delle prime 28 giornate di campionato

14.03.2020 14:08 di Carlo Pannocchia   Vedi letture
Livorno, i numeri delle prime 28 giornate di campionato
Livorno - Si è da poco fermato il campionato di serie B 2019/20 a causa del Coronavirus. I numeri non mentono mai. Numeri impietosi per il Livorno di Filippini. La formazione di Breda e Tramezzani prima e di Filippini poi sta ritoccando tantissimi record negativi della storia del club amaranto. Di seguito alcune statistiche, di squadra e dei singoli calciatori, che hanno caratterizzato queste prime 28 giornate del torneo. Il Livorno si trova al 20° posto con 18 punti, frutto di 4 vittorie, 6 pareggi e 18 sconfitte. Al “Picchi” sono stati 11 i punti guadagnati in 13 partite, con 3 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte. Peggiore il ruolino fuori casa dove il Livorno ha racimolato 7 punti, andando a vincere in trasferta una volta (a Verona contro il ChievoVerona), pareggiandone altre quattro ed incassando dieci sconfitte. Solo 23 le reti segnate dagli amaranto, peggior attacco del campionato in 28 partite, subendone 45. Differenza reti a -22. In casa il bilancio è di 17 i gol fatti a fronte dei 28 subiti mentre fuori casa è di 6 gol fatti a fronte dei 17 subiti. Il miglior marcatore del Livorno in campionato è Manuel Marras con 7 reti (più 5 assist), a seguire Davide Marsura con 4, Davide Agazzi e Franco Ferrari con 2 e con un gol Luka Bogdan, Enrico Del Prato, Michele Rocca, Filip Raicevic, Sven Braken, Murilo, Fabio Mazzeo, oltre alle autoreti di Matteo Di Gennaro e Lukas Zima. Il calciatore più presente è stato il centrocampista Enrico Del Prato con 2130 minuti, alle sue spalle Davide Agazzi con 2126, Andrea Luci con 2074, Antonio Porcino con 1966 e Manuel Marras con 1927 minuti in campo. Quattro i cartellini rossi accusati dalla compagine amaranto: una a testa per Davide Agazzi, Matteo Di Gennaro, Davide Marsura e Luka Bogdan. Il giocatore più ammonito è Manuel Marras con 10 cartellini gialli, poi Davide Agazzi e Andrea Luci con 7 e Matija Boben a quota 6. Il Livorno ha segnato nel primo tempo 11 gol altrettanti nel secondo tempo. I gol subiti sono stati invece di più nella prima frazione di gara, 24 contro 20. I momenti più propizi per gli amaranto sono stati i secondi 15’ e il primo quarto d’ora del secondo tempo con 7 reti segnate a frazione. Buoni anche i minuti dal 1’ al 15’ con 4 gol. Poi dal 60’ al 75’ con 2 e 1 rete messe a segno dal 30' al 45'. Infine dal 75' al 90' nessuna rete. Due le reti segnate dagli amaranto nei minuti finali di recupero che hanno fruttato quattro punti con due gol di Manuel Marras contro Juve Stabia e Virtus Entella. I gol subiti sono invece stati distribuiti lungo tutti i 90 minuti: 5 gol presi dal 1' al 15', 6 dal 16’ al 30’, 12 dal 31’ al 45’, 5 dal 46’ al 60’, 4 dal 61’ al 75’ e 7 dal 76’ al 90’. Cinque le reti subite nei minuti oltre il novantesimo che sono costate tre sconfitte e due pareggi. Il Livorno ha segnato il primo gol della partita, andando ovviamente in vantaggio, in 9 occasioni portando poi a casa la vittoria in 2 occasioni, in 4 gare il risultato è poi finito in pareggio ed in 3 non ha preso punti. E' stata una la rimonta completa, in casa con la Juve Stabia (2-1), mentre nelle altre 15 volte in cui a segnare per primo è stato l’avversario gli amaranto hanno recuperato parzialmente il risultato una volta (a Pordenone 2-2), perdendo le restanti 14. Un solo 0-0 stagionale (Cremonese-Livorno). Solo in due gare i labronici hanno segnato 3 gol o più, perdendo 4-3 con il Chievo e pareggiando 4-4 in casa con la Virtus Entella. Le 4 volte in cui ne hanno segnato 2 hanno portato a casa 2 vittorie ed altrettanti pareggi. In 15 occasioni il Livorno non è andato a segno, perdendo 14 volte. Una vittoria per 1-0, due gli 1-1. Ora andiamo ad analizzare i dati delle tre gestioni tecniche, le due di Roberto Breda e Paolo Tramezzani subentrato alla 16^ giornata contro il Benevento in casa. L'ex allenatore del Perugia ha conquistato 16 punti in 21 partite (media 0,76) 18 i gol fatti (media 0,85) e 30 quelli subiti (media 1,42), con l’arrivo di Tramezzani il Livorno ha conquistato 2 punti in 7 partite, con una media di 0,28 punti a partita. Peggiori anche le medie gol fatti/subiti, rispettivamente 6 (media 0,85 a partita) e 15 (media 2,14 a partita). Il giocatore che ha più crossato in stagione è stato Manuel Marras, con 130 tentativi effettuati. I giocatori che hanno più cercato la conclusione sono stati Manuel Marras e Davide Marsura Luca Clemenza con 47 tiri. Ventinove i calci d’angolo calciati da Marras, secondo Viviani a quota diciotto. Tre i rigori fischiati a favore degli amaranto, 2 quelli realizzati: Marras nell'1-1 contro l'Empoli e Rocca nel 4-4 con la Virtus Entella. Cinque i rigori fischiati contro tutti realizzati. Due autoreti a favore del Livorno, mentre per una volta un giocatore amaranto ha trafitto la propria porta: il portiere Zima nella vittoria contro la Juve Stabia nel 2-1 a favore del Livorno.