La presentazione. Battere l'Arzachena per scacciare via i fantasmi

 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 326 volte
La presentazione. Battere l'Arzachena per scacciare via i fantasmi

Livorno – Parola d'ordine: dimenticare il derby. Il Livorno dopo l'amarissima e velenosa sconfitta all'Arena deve riprendere il cammino per dare un segnale: a se stesso prima che agli avversari. Nelle ultime settimane lo abbiamo detto spesso: attenzione perché i momenti difficili inevitabilmente arriveranno e con essi anche la prima sconfitta. Sarà a quel punto che si vedrà davvero il temperamento del gruppo. Detto, fatto: quel momento è arrivato. La prima sconfitta stagionale è arrivata proprio nella partita meno indicata e ripartire con i tre punti assume quindi un valore ancora più importante. Essere tornati subito in campo, con un successo, mercoledì in Coppa Italia è stata una buona medicina, Ma il vero toccasana saranno i tre punti domani contro l'Arzachena. Come, non importa. Adesso conta solo vincere.

L'avversario è quella che per il momento è la vera grande rivelazione del torneo. La matricola sarda non ha sofferto il salto di categoria e sta dimostrando di aver strameritato la Serie C. Fin dall'avvio i biancoverdi hanno preso a stazionare in zona playoff e hanno già messo in saccoccia scalpi importanti (come ad esempio il successo all'esordio assoluto ad Arezzo ma anche il rotondo 3-0 rifilato ai cugini dell'Olbia nel derby gallurese). Giocheranno con l'entusiasmo di chi calca un palcoscenico prestigioso e la spensieratezza di chi non ha patemi di classifica. Una vera mina vagante da prendere con le molle.

Per quanto riguarda le formazioni Sottil a causa della maxi squalifica rifilata a Mazzoni dopo il concitato post-derby sarà “costretto” a rilanciare Pulidori tra i pali. Il giovane portiere amaranto quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto il suo dovere. Adesso avrà un'altra occasione per mettersi in mostra. Out anche Maiorino appiedato per un turno dal giudice sportivo dopo il rosso rimediato a Pisa. In difesa ballottaggio tra Gonnelli e Pirrello per un posto al fianco di Gasbarro. Per il resto formazione praticamente fatta con Luci e Giandonato in mezzo (Bruno ancora non è al meglio) con Doumbia, Valiani e Murilo alle spalle di Vantaggiato. In casa smeraldina mister Giorico, che deve rinunciare solo a capitan Bonacquisti, dovrebbe optare per il collaudato 4312 con Curcio (6 centri per lui) alle spalle di Sanna e Vano.

Fischio d'inizio domenica alle ore 14.30. Per, stessa ammissione di mister Sottil, domani è la prima giornata del mini torneo che porterà alla sosta invernale. Resettiamo tutto e ricomninciamo con rinnovato entusiasmo.