La presentazione. A Perugia un Livorno in emergenza

26.01.2020 16:41 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. A Perugia un Livorno in emergenza

Livorno – Monday Night decisamente complicato per il Livorno al “Curi”. Come se non bastasse la difficoltà della partita con gli amaranto sempre più ultimi e gli umbri che stazionano a ridosso della zona playoff, tra mercato, squalifiche e infortuni mister Tramezzani sarà costretto a fare la conta per schierare undici giocatori. La folle partita con l'Entella ha avuto pesanti strascichi con Marras, Di Gennaro, Luci e Boben fermati per squalifica. In attacco Marsura è ancora fermo ai box per problemi muscolari mentre il mercato, sempre stagnante in entrata (e ormai manca poco al gong finale) ha tolto di mezzo Raicevic, ceduto ai polacchi dello Slask Wroclaw e che ha già salutato i compagni. Insomma, piove sul bagnato. Tuttavia il Livorno ha l'obbligo, per orgoglio e dignità, di guardare – anche se è davvero impresa ardua – al bicchiere mezzo pieno. Tramezzani in conferenza stampa ha promesso battaglia e dichiarato di credere nella salvezza. E a guardare le prestazioni non si tratta di un delirio di un folle: contro l'Entella il Livorno ha giocato un primo tempo sontuoso al cospetto della quarta in classifica. A Empoli, nella gara precedente, si è difeso con ordine su un campo di una squadra più quotata. Qualche mattoncino su cui costruire il muro chiamato salvezza, insomma c'è. Ma serve invertire la rotta subito.

A Perugia i tifosi amaranto incroceranno un ex che ha lasciato un ottimo ricordo da queste parti: Serse Cosmi, alla guida del Livorno in Serie A nella stagione 2009/10. Per il tecnico, tornato da poche settimane sulla panchina della squadra della sua città e che lo ha consacrato nel grande calcio, sarà la 'prima' in casa dopo le trasferte in campionato e Coppa Italia. Prevista una calda e calorosa accoglienza. Il suo Perugia però dovrà dare una scossa al suo rendimento: le ultime due sconfitte contro Chievo e Venezia hanno lasciato il segno e in casa contro il fanalino del torneo il Grifo deve prendersi i tre punti se vuole continuare a coltivare ambizioni di alta classifica.

Per quanto riguarda le formazioni Tramezzani ha praticamente la formazione obbligata dall'emergenza di cui sopra. Il tecnico cercherà di mantenere l'assetto con la difesa a quattro con Del Prato, Bogdan, Gonnelli e Gasbarro. A centrocampo Rocca potrebbe essere dirottato a destra con Porcino a sinistra e il lancio dal primo minuto di Viviani al fianco di Agazzi. In attacco (se si esclude Mazzeo) gli unici disponibili sono Braken e Murilo anche se Pallecchi potrebbe avere qualche chance. In casa biancorossa l'assenza pesante riguarda l'attacco: non ci sarà infatti il capocannoniere del campionato Iemmello che deve scontare l'ultima delle due giornate di squalifica comminategli dal Giudice sportivo. Out, sempre per squalifica, anche Falasco. Ma davanti ci sarà comunque un certo Falcinelli, non proprio l'ultimo arrivato.

Fischio di inizio lunedì sera alle ore 21. Se il Livorno è ancora vivo lo deve dimostrare. C'è ancora un intero girone di ritorno da giocare per tentare un'altra impresa impossibile.