La presentazione. A Cremona l'esordio del “doppio” mister

29.11.2019 20:23 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
La presentazione. A Cremona l'esordio del “doppio” mister

Livorno – Dopo una settimana passata in un pugno di ore dal turbolento al grottesco con il balletto Breda-Tramezzani-Filippini risoltosi con l'inedita coabitazione tecnica tra l'attuale mister e il tecnico bresciano il Livorno torna in campo dopo il pesante ko interno contro il Trapani di sabato scorso. Inutile dire che gli amaranto, trascinati all'ultimo posto proprio dai siciliani e in ritiro da mercoledì, hanno l'imperativo di tornare dalla trasferta di Cremona con un risultato positivo onde evitare un'altra settimana all'insegna di voci e indiscrezioni sulla guida tecnica della squadra.

La Cremonese, costruita per un campionato di vertiece è partita a rilento. Un avvio di torneo che è costato la panchina a Rastelli, sostituito da un altro tecnico esperto della categoria come Marco Baroni. Il nuovo corso però non ha fatto spiccare il volo ai grigiorossi che continuano ad arrancare a ridosso della zona playout. E quale occasione migliore per tornare alla vittoria che un Livorno fanalino di coda e nel pieno della crisi?

Per quanto riguarda le formazioni Breda (o Filippini?) potrebbe cambiare qualcosa rispetto alle ultime gare e tornare al 3421 con Marras e Marsura ad agire alle spalle dell'unica punta che potrebbe essere Mazzeo, in rete contro il Trapani. A centrocampo Viviani potrebbe fare staffetta con capitan Luci. Nella Cremonese non ci sarà lo squalificato Castagnetti. Out anche Deli, Gustafson e l'ex Piccolo. L'assetto tattico dovrebbe essere un 352 con il tandem d'attacco formato da Ciofani e Ceravolo e l'altro ex Terranova a guidare la difesa.

Fischio di inizio sabato alle ore 15. Per il Livorno c'è l'obbligo di tornare a casa con almeno un punto. In caso contrario, l'avventura di Breda sulla panchina amaranto potrebbe essere definitivamente al capolinea. Del resto il suo possibile sostituto è già al suo fianco in panchina...