L'avversario di turno, il Crotone

10.09.2018 21:40 di Carlo Pannocchia  articolo letto 626 volte
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
L'avversario di turno, il Crotone

Livorno - Il Crotone dopo la retrocessione in serie B ha come obiettivo il ritorno immediato in serie A. Le qualità per una stagione da protagonista già ci sono. Intanto sono stati confermati il portiere Cordaz, i difensori Martella, Sampirisi, i centrocampisti Barberis, Faraoni e l'attaccanti Stoian, Ricci. Ecco chi è arrivato: il centrocampista Benali dal Pescara, il giovane Garattoni dall'Imolese, il difensore Golemic dal Lugano, l'attaccante Kargbo dal Campobasso, il centrocampista Molina dall'Avellino e il giovanissimo Nanni dal Cesena Primavera. Per il resto solo rientri dai vari prestiti come Aristoteles dal NK Ankaran-Slovenia, Capone dal Torino Primavera, Esposito dal Catania e Firenze dal Venezia. Oltre ai prestiti di Marchizza dall'Avellino, dell'argentino Spinelli dal San Martin-Argentina, di Valietti dall'Inter Primavera e Curado dal Arsenale FC-Argentina. Sono stati ceduti il difensore Ajeti al Torino, il difensore Cabrera al Getafe, il difensore Capuano al Cagliari, il difensore Ceccherini alla Fiorentina, l'attaccante Diaby al Paris SG, il centrocampista Mandragora all'Udinese, l'attaccante Ricci al Benevento, il difensore Simic al MIlan, l'attaccante Trotta al Sassuolo, l'attaccante Tumminiello all'Atalanta e il portiere Viscovo alla Vibonese. Occhio al tandem d'attacco Budimir-Simy che l'anno scorso, nonostante la retrocessione, hanno segnato sette reti a testa. Il marchio di fabbrica del nuovo tecnico Stroppa è il modulo 4-3-3. L'allenatore lombardo gioca con i terzini molto aperti. La squadra predilige il gioco palla a terra. I centrocampisti cercano la verticalizzazione sulla punta più avanzata. In fase di non possesso si abbasano i due esterni offensivi. Contro alcune squadre, la pressione degli esterni e della punta sul primo portatore di palla è quasi immediata. Il Crotone sembrerebbe una squadra pericolosa in fase offensiva ma in difesa ha dei limiti. Questa la probabile formazione (4-3-3): Cordaz, Cuomo, Sampirisi, Marchizza, Faraoni, Barberis, Benali, Firenze, Stoian, Nalini, Simy.