L'avversario di domenica: l'Arzachena

 di Carlo Pannocchia  articolo letto 411 volte
L'avversario di domenica: l'Arzachena
Livorno - L'Arzachena Costa Smeralda Calcio è stata fondata nel 1964. Ha alle spalle 18 campionati tra serie D, Campionato Interregionale e Campionato Nazionale Dilettanti. Il club dopo aver iniziato la sua attività agonistica nei campionati regionali, si conquistò per la prima volta la promozione nel Campionato Interregionale al termine del campionato 1982/83. Poi dalla stagione 1999/00 prende parte alla nuova serie D. L'8 maggio 2017 è una giornata storica per l'Arzachena. Infatti la formazione sarda arriva per la prima volta in Lega Pro nella sua storia. Dopo 53 anni dalla fondazione come Gruppo Sportivo Luisiana, l'Arzachena approda nel calcio professionistico. Livorno ed Arzachena non si sono mai incontrate nella propria storia. Due percorsi calcisticamente totalmente differenti, basti pensare che i sardi arrivano per la prima volta in serie C nella sua storia. Pertando non esistano, ad oggi, precedenti ufficiali tra Livorno ed Arzachena. Lo scontro di domenica rappresenterà un inedito tra le due squadre, che non si sono mai incrociate prima d'ora in nessuna categorie e competizioni. L'Arzachena è una compagine abbastanza giovane, allestita con l'occhio vigile al bilancio e rafforzata con alcuni acquisti di esperienza. La società biancoverde è al suo primo campionato di serie C. L'organico è stato costruito intorno ai bomber della squadra Curcio, Sanna e Vano. La squadra è affidata all'ex Olbia, Mauro Giorico, classe 1960, ex bandiera dell'Alghero negli anni '80/'90. Come allenatore ha alle spalle esperienze in squadre giovanili e in Prima Categoria. E' alla sua prima esperienza tra i professionisti. Allena l'Arzachena dal 2014, dove pochi mesi fa ha raggiunto una storica promozione in serie C. Prima per lui esperienze anche con Alghero ed Olbia. Velocità e compattezza, sono queste le caratteristiche principali della squadra sarda. Con ogni probabilità, domenica si dovrebbe vedere questi undici scendere in campo al Picchi. In porta c'è Ruzittu, un passato in C con il Casale, difesa a quattro con l'under Arboleda e Peana sugli esterni e La Rosa, Piroli centrali. A mettere ordine a centrocampo ci pensano il confermato Nuvoli e Taufer, sugli esterni Casini e Bertoldi. Reparto d'attacco affidato a Curcio e Vano acquistato dall'Ostiamare.