Il Livorno quasi in surplace supera l'Arzachena, 2 a 1

 di Marco Ceccarini  articolo letto 515 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il Livorno quasi in surplace supera l'Arzachena, 2 a 1

Livorno - Dopo il successo in Coppa Italia contro l'Arezzo, che già aveva rappresentato un passo in avanti per la squadra del Livorno dopo la sconfitta nel derby di Pisa, il Livorno non ha deluso le attese neppure in campionato e ha rimandato battuta a casa l'Arzachena. Sono stati bravi gli amaranto di Sottil ad impedire alla squadra sarda di esprimersi e dunque di rendersi davvero pericolosa. Senza grande affanno, quasi in surplace, il Livorno si è imposto, 2 a 1, andando in gol al 19' con Vantaggiato e raddoppiando con Dumbia al 29' sempre del primo tempo. Nella ripresa la formazione di Giorico è andata in rete con un eurogol di Curcio. Il Livorno ha poi amministrato il vantaggio. L'Arzechena è dunque dovuta tornare in Sardegna senza punti coquistati, mentre la formazione amaranto, con questo successo, consolida la prima posizione in classifica.

Livorno (4-2-3-1): Pulidori; Pedrelli, Pirrello, Gasbarro, Franco; Luci, Bruno; Doumbia (42' st Perez), Murillo (20' st Baumgartner), Valiani (42' st Morelli); Vantaggiato (36' st Montini). A disp. Romboli, Borghese, Hadziosmanovic, Marchi, Gonnelli, Gemmi, Giandonato, Ponce. All. Sottil

Arzachena (4-4-2): Ruzittu, Baldanzeddu, La rosa, Piroli, Peana (47' st Arboleda), Vano, Casini (31' st Marco), Taufer (31' st Bertoldi), Nuvoli, Curcio, Sanna. A disp. Cancelli, Esposito, Maestrelli, Sbardella, Lisai, Russu, Varricchio. All. Giorico.

Arbitro: Fiorini di Frosinone.

Reti: 19' pt Vantaggiato, 29' pt Doumbia, 13' st Curcio.

Note: pomeriggio soleggiato ma freddo, terreno in buone condizioni, ammoniti Vano, Pirrello, Taufer, Franco, Pedrelli; spettatori 5 mila circa (4966 di cui 1155 paganti più 3811 abbonati); angoli 9 a 2 per il Livorno; recuperi 1' pt, 3' st.