Il Livorno getta al vento la gara col Perugia, 2 a 3

04.11.2018 23:06 di Marco Ceccarini  articolo letto 782 volte
Il Livorno getta al vento la gara col Perugia, 2 a 3

Livorno – Il Livorno illude, poi delude. In uno stadio ardenzino Picchi abbellito dalla coreografia della curva Nord, la squadra di Nesta parte forte e passa in vantaggio al 13' con Melchiorri, bravo a mettere in rete, da vicino, al termine di un'azione insistita. Ma il Livorno c'è e reagisce. Gli amaranto pareggiano al 31' con Diamanti che finalizza al volo un bell'assist di Agazzi. Lo stesso Agazzi, poi, propizia il calcio di rigore che Diamanti, al minuto 39, trasforma. Il portiere Gabriel, messo in difficoltà dal centrocampista amaranto, lo ostacola in area. L'arbitro Abbattista indica il dischetto e dagli undici metri il fantasista ex Fiorentina e West Ham trasforma mandando in delirio l'Ardenza. Attorno alla mezzora, poco prima del pareggio, il Perugia fa venire i brividi al Livorno. Vido manda sul fondo una palla smorzata. Il Livorno, però, è pienamente in gara.

Ma proprio nel momento in cui gli amaranto sembrano aver acquisito la padronanza del campo, come un fulmine a ciel sereno, arriva il pareggio del Perugia. All'8 della ripresa Bianco scodella per Melchiorri che di testa fa ponte per Verre il quale, al centro dell'area, spinge in rete con facilità. Gli amaranto, a questo punto, provano a tornare in vantaggio. Attorno al ventesimo Diamanti si esibisce in un bel tiro al giro a cui Gabriel dà però un grande risposta. Ed è, questa, l'ultima occasione della squadra di Lucarelli prima del crollo. Al 29' Dainelli tocca con il braccio un cross di Cremonesi ed Abbatista decreta il rigore a favore dei biancorossi ospiti. Dal dischetto mette in rete Vido. Mazzoni, già ammonito, si mette a protestare  per il penalty appena concesso, e trasformato, così l'arbitro gli sventola in faccia il secondo giallo e lo caccia dal campo. A quel punto cala la notte sul Livorno. E non servono a niente, non possono servire, i cinque minuti di recupero che Abbattista concede a conclusione di gara. A pochi minuti dalla fine ci prova di testa Fazzi, su palla del solito Diamanti, ma la palla finisce fuori.

Livorno (3-5-1-1): Mazzoni; Di Gennaro, Dainelli (31' st Zima), Gasbarro; Pedrelli, Valiani, Bruno, Agazzi, Porcino (24' pt Fazzi); Diamanti; Raicevic (25' st Murilo). All. Lucarelli.

Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Falasco; Kingsley (41' st Mustacchio), Bianco (24' st Moscati), Dragomir; Verre; Vido, Melchiorri. All. Nesta.

Arbitro: Abbattista di Molfetta.

Reti: 13' pt Melchiorri, 31' Diamanti, 39' pt Diamanti (rig), 8' st Verre, 29' st Vido (rig).

Note: campo in buone condizioni, serata mite, spettatori 5500 circa; espulso Mazzoni (L) per doppia ammonizione; ammoniti Raicevic (L), Valiani (L), Vido P), Gasbarro (L), Verre (P); angoli 6 a 2 per il Livorno; recuperi 2' pt e 5' st.