Il Livorno che nasce, Protti: "Intanto puntiamo a salvarci, poi si vedrà"

07.06.2018 17:08 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 915 volte
Il Livorno che nasce, Protti: "Intanto puntiamo a salvarci, poi si vedrà"

Livorno - Igor Protti sarà ancora il club manager del Livorno. La firma del contratto è avvenuta questa mattina all’hotel Palazzo nel corso di un’articolata conferenza stampa, alla quale hanno preso parte, oltre all’ex numero dieci amaranto, anche il direttore generale Mirco Peiani e il responsabile dell’area marketing Maurizio Laudicino.

“In questi due anni”, ha esordito Protti, “ho lavorato tutti i giorni per ritornare in questa benedetta Serie B. Dopo aver raggiunto questa categoria, grazie all’impegno di tutto il gruppo di lavoro, adesso me la voglio giocare. La presenza di Mirco Peiani è inoltre una presenza importante: era da anni che non c’era all’interno della società una figura operativa livornese. Poi ovviamente sono ancora qua per il rapporto che ho con questa città e con questa gente, un rapporto speciale che mi dà sempre la forza di lottare e combattere per raggiungere nuovi obiettivi”.

Protti, che non vuole entrare nel merito di questioni di mercato e scelte tecniche, sottolineando che quello è compito che spetta al direttore sportivo e all’allenatore e non a lui, fissa quello che dovrà essere l’obiettivo della prossima stagione: “La società ha già fissato un premio promozione (due milioni di euro, ndr) ma l’obiettivo primario deve essere il mantenimento della categoria, poi, con il tempo, grazie al progetto esistente, apporteremo miglioramenti. Infine, fatemi ringraziare tutti i ragazzi che ci hanno permesso di tornare in B, sia quelli che rimarranno con noi, sia quelli che andranno via: dal primo all’ultimo faranno sempre parte della mia vita”.