Il Livorno che nasce, Peiani: "Abbiamo un budget ottimo per la Serie B"

07.06.2018 16:49 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 979 volte
Il Livorno che nasce, Peiani: "Abbiamo un budget ottimo per la Serie B"

Livorno - E' stato presentato ufficialmente nella mattinata odierna, giovedì 7 giugno, il nuovo direttore generale, nonché socio di minoranza, del Livorno Calcio, l’imprenditore Mirco Peiani. Ed è stato lo stesso Peiani a chiarire immediatamente il nuovo assetto societario del club amaranto: “Il 70% appartiene al Gruppo Spinelli, il 20% a Uappala Hotels e il restante 10% a Tecnologia & Sicurezza che fa capo all’ingegnere Marco Arturo Romano. Nel Cda mi è stato assegnato il ruolo di direttore generale, mentre Silvano Siri e Arturo Romano ricopriranno la carica di vicepresidenti, con Aldo Spinelli che rimane presidente. Amministratore delegato sarà invece Roberto Spinelli”.

Delineato il nuovo organigramma della società, Peiani ha immediatamente illustrato i motivi che lo hanno spinto ad immergersi in questa nuova, impegnativa avventura: “Sono entrato in società innanzitutto perché Livorno è la mia città, in secondo luogo perché ritengo che il calcio sia legato ad una fattore sociale e culturale, non solo a quello economico. Voglio contribuire a rendere ancora più solida l’organizzazione del Livorno, per far sì che la Serie A e la Serie B divengano una costante per questa città. Per far questo bisogna partire dalle fondamenta, e le fondamenta sono i giovani ed il settore giovanile. Per questo motivo vogliamo acquistare un centro sportivo, nello specifico quello di Banditella, e renderlo uno fra i migliori dieci d’Italia. Sempre per questa ragione abbiamo deciso di cancellare ogni affiliazione con altre società, il Livorno siamo solo noi”.

Sullo stadio, invece, ha chiarito: “Il discorso di avvicinare la curva Nord al campo è un’ipotesi che mi piacerebbe per il futuro, ma adesso la cosa fondamentale è fare i lavori che la Lega di B ci ha chiesto”.

Ma se questo è il progetto per il futuro, Peiani sembra avere le idee chiare anche per il presente: “Abbiamo messo a disposizione un budget importante per il mercato della prima squadra, un budget che definirei ottimo per la B. Con il direttore sportivo Mauro Facci e con il mister Andrea Sottil ci sentiamo continuamente per l’allestimento della squadra per il prossimo anno, cercando calciatori adatti al modulo che vuole proporre l’allenatore. Tito Corsi ed Elio Signorelli svolgeranno un ruolo di consulenza, dandoci una mano nell’individuazione dei calciatori che fanno al caso nostro”.

Alla domanda se Paulinho e Diamanti potrebbero essere due possibilità concrete, Peiani ha risposto così:”Con Paulinho ci sono stati contatti, la società e tutto lo staff hanno infatti dato l’ok al suo arrivo. Ora dipende solo da lui. Il ragazzo ha paura di non essere in grado di ripetere quello che ha fatto in passato con questa maglia. Su Diamanti è invece in ballo una questione tecnica. Sarà lo staff a decidere se rientra nei piani o no”. Infine, Peiani ammette di avere un sogno: “Vorrei raggiungere almeno 8 mila abbonamenti. Vorrei vedere uno stadio pieno che aiuti i ragazzi a dare qualcosa di più in campo”.