Il Livorno che nasce, Laudicino: "Mi sono fatto tatuare il simbolo sulla spalla"

07.06.2018 17:19 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 1822 volte
Il Livorno che nasce, Laudicino: "Mi sono fatto tatuare il simbolo sulla spalla"

Livorno - In occasione della presentazione ufficiale del nuovo direttore generale Mirco Peiani e della firma del contratto da parte di Igor Protti, che sarà ancora il club manager della formazione allenata da Andrea Sottil, ha parlato anche Maurizio Laudicino, confermato nel ruolo di responsabile marketing della società di Aldo Spinelli.

“In un anno”, ha affermato Laudicino, “ho creato un legame importante con questa città, tanto che circa un mese fa mi sono fatto tatuare il simbolo del Livorno su una spalla, indipendentemente da quello che sarebbe stato il mio futuro. Per me Livorno è stato un passaggio fondamentale della mia vita, è stato un tuffo in un mondo pazzesco che mi ha frullato completamente. Spesso infatti ho perso anche la lucidità e mi sono trasformato in un tifoso vero e proprio piuttosto che in un professionista che avrebbe dovuto mantenere la razionalità”. E ancora: “Nella scelta di proseguire questo cammino ha influito moltissimo l’entusiasmo di Mirco Peiani, la sua voglia mi ha infatti pienamente coinvolto. Quest’anno vogliamo andare ancora oltre il programma che abbiamo sviluppato la scorsa stagione, favorendo ancor di più l’identificazione della squadra con la sua tifoseria. Vogliamo creare un senso di appartenenza ancora maggiore, non solo in città, ma anche in provincia, fino ad arrivare all’isola d’Elba”.