Giana Erminio: statistiche e curiosità sul prossimo avversario del Livorno

06.03.2018 15:00 di Carlo Pannocchia  articolo letto 143 volte
Giana Erminio: statistiche e curiosità sul prossimo avversario del Livorno
Livorno - La prima squadra fu fondata a Gorgonzola nel 1909 con il nome di "Unione Sportiva Argentia", giocando nei tornei minori della Lombardia. Nel 1932 adottò la denominazione di G.S. Erminio Giana. Cambierà nel 1947 in A.S. Erminio Giana. Quest'ultimo fu sottotenente alpino del Battaglione "Aosta", caduto all'età di diciannove anni sulle trincee del Monte Zugna durante la prima Guerra Mondiale. La storia calcistica della Giana è fatta di soli campionati regionali. Nella loro storia i biancoazzurri hanno disputato perlopiù la Promozione lombarda. Negli anni Duemila l'altalena tra Eccellenza e Promozione. Tre promozioni consecutive per la terza squadra di Milano, portano la Giana Erminio, nella stagione 2014/15, nel calcio professionistico, in Lega Pro Unica. Attualmente il presidente della Giana Erminio è Oreste Bamonte nativo di Battipaglia che ricopre la carica di presidente dal 30 marzo 1985. E' il più longevo patron di una società di calcio professionistica. Bamonte vive a Gorgonzola in provincia di Milano da oltre 50 anni e al nord ha deciso di esportare la produzione delle mozzarelle fondando un'azienda leader nel settore caseario, il "Caseificio Salernitano". La squadra lombarda naviga nella zona alta della classifica: 7° posto con 36 punti (a pari merito con il Monza), frutto di 9 vittorie, altrettanti pareggi e 8 sconfitte, con 43 gol fatti e 37 subiti. Il miglior marcatore della squadra è l'attaccante Salvatore Bruno con undici reti all'attivo. I lombardi inoltre, con un'età media di 25,5 anni, rientrano tra le compagini più esperte del campionato. In casa ha giocato 13 volte con 7 vittorie, 3 pareggi ed altrettante sconfitte, con 28 reti fatte (è la squadra che ha segnato il maggior numero di reti tra le mura amiche) e 15 subite, il bilancio delle reti. La Giana Erminio ha affidato la panchina a Cesare Albè, il Sir Alex Ferguson italiano, 65enne tecnico della Giana Erminio formazione di Gongorzola che guida da 22 stagioni consecutivamente, è un primato assoluto per il calcio italiano professionistico. E' partito dalla Terza Categoria ed è arrivato a 64 anni ad allenare in Lega Pro, dividendosi tra il lavoro presso la Siemens Comunicazioni (ora è in pensione) e i campi di periferia della Martesana. Il tecnico lombardo allena da 34 anni: sette anni alla Pierino Ghezzi, squadra parrocchiale portata dalla Terza alla Prima Categoria, altri sette anni al Cassano d'Adda dove raggiunse la promozione in D e i restanti 22 anni al Giana Erminio. I suoi colori sociali sono il bianco e l'azzurro e disputa le partite casalinghe presso lo stadio Comunale "Città di Gorgonzola", dal 1909, ospita il campo da calcio dove ha sempre giocato la Giana Erminio. Nel luglio 2014, in seguito alla promozione in Lega Pro della squadra lombarda, è stato sottoposto a lavori di ristrutturazione. La capienza complessiva dell'impianto è di 3.766 posti a sedere. Il mercato di gennaio è stato povero con una sola cessione: l'attaccante Caldirola è passato al Varesina. Inoltre il fantasista Alex Pinardi ha rescisso il contratto per diversità di vedute con la società. Dunque l'assetto della squadra è stato confermato con il portiere Sanchez tra i pali mentre in difesa Bonalumi e Montesano come centrali, con gli esterni Perico e Foglio. A centrocampo saranno impegnati come centrali Greselin e Marotta affiancati dagli esterni alti Chiarello e Iovine. In avanti le punte Bruno e Perna. Da segnalare che saranno indisponibili per infortunio Degeri, Pinto e Rocchi. In difesa rientra il difensore Perico dopo aver scontato un turno di squalifica.