Cremonese-Livorno, le esperienze dei sette ex di turno

07.11.2018 22:59 di Carlo Pannocchia  articolo letto 472 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cremonese-Livorno, le esperienze dei sette ex di turno
Livorno - Sono ben sette gli ex della gara contro la Cremonese di Rastelli, sei tra le fila dei grigiorossi ed uno con gli amaranto. Nella compagine lombarda, il difensore Emanuele Terranova, il centrocampista Leandro Greco, gli attaccanti Antonio Piccolo, Paulinho e i dirigenti Paolo Armenia e Leandro Rinaudo, mentre tra i labronici c'è il solo Pasquale Maiorino. Il difensore nativo di Mazara del Vallo, Emanuele Terranova, si trasferisce al Livorno nella stagione 2008/09 in serie B, in prestito dal Palermo. Con gli amaranto disputa 21 incontri (19 di campionato e 2 di playoff) e con i labronici ottiene la promozione in serie A. Quindi ritorna al Palermo. Leandro Greco nasce a Roma il 19 luglio 1986. Arriva alla Roma all'età di 10 anni, dove inizia tutta la trafila delle giovanili. Prima di vestire la maglia amaranto gioca con l'Astrea, Roma, Hellas Verona, Pisa, Piacenza e Olympiacos Pireo. Il 30 luglio 2013 passa a titolo definitivo al Livorno. Esordisce con il Livorno, in serie A, il 25 agosto, nella partita contro la sua ex squadra, la Roma, che vince 2-0 al Picchi. Gioca 32 partite di campionato (2.408' minuti giocati), nelle quali ha segnato 4 reti (più due assist). Dopo la retrocessione degli amaranto in serie B passa al Genoa. Antonio Piccolo è nato a Napoli il 7 aprile 1988. Cresce nelle giovanili della Salernitana e Piacenza. L'8 aprile 2006 fa il suo debutto tra i professionisti nel Piacenza. Nel 2011 si trasferisce al Livorno. Debutta con i labronici il 10 settembre (Livorno-Varese 2-0). A fine stagione totalizza 18 presenze in campionato, realizzando 2 reti (con l'Albinoleffe e la Nocerina). Nel 2013, a gennaio, dopo 8 presenze in campionato, passa in prestito al Lanciano e il 19 giugno 2013 la società abruzzese acquista il 50% del cartellino del giocatore. Classe 1986, Paulo Sergio Betanin, detto Paulinho, ha fatto il suo esordio in Italia, nel 2004, proprio con la maglia del Livorno. La prima stagione al Livorno, lo vede agli ordini di Roberto Donadoni che lo farà esordire in serie A il 17 aprile: Livorno-Fiorentina 2-0. Colleziona 4 presenze (127' minuti giocati) e la stagione seguente metterà piede in campo per 11 volte (257' minuti giocati), chiuso in avanti dall'attuale tecnico del Livorno, Cristiano Lucarelli. Al terzo campionato in maglia amaranto mette insieme 20 presenze (994' minuti giocati)e 2 gol (più un'assist). Il 5 luglio 2007 viene ceduto in prestito al Grosseto in serie B. Quindi ritorna al Livorno. Con gli amaranto appena retrocessi in serie B gioca 14 volte (387' minuti giocati). L'anno seguente viene ceduto in Lega Pro, al Sorrento. E' la svolta della carriera. In Campania in due stagioni colleziona 62 presenze, mettendo a segno 39 reti. Quindi ritorna un'altra volta a Livorno, dove conclude la stagione con 38 presenze (3.165' minuti giocati) e 13 reti (più quattro assist). La svolta in maglia amaranto arriva l'anno dopo: in 45 (3.936' minuti giocati) partite tra campionato e playoff segna 23 reti e addirittura 17 assist. Nella finale di ritorno dei playoff contro l'Empoli segna la rete decisiva che riporta il Livorno in serie A, dopo tre anni. La stagione successiva in serie A mette a segno 15 reti in 35 gare ma il Livorno retrocede in serie B. Il 20 luglio 2014 lascia definitivamente il Livorno perchè viene acquistato dall'Al-Arabi per 8 milioni di euro. L'ex Direttore Generale del Livorno, Paolo Armenia, ha lasciato la squadra amaranto un anno fa, dopo cinque anni importanti in cui Armenia ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali come Responsabile organizzativo generale e Responsabile di gestione. Da questa stagione guida la macchina amministrativa della Cremonese nel ruolo di Direttore Generale. Invece l'ex calciatore Leandro Rinaudo ruolo difensore centrale aveva nel fisico da carozziere la sua dote più appariscente. Cresciuto nelle giovanili del Palermo, nella stagione 2002/03 viene mandato a farsi le ossa nel Varese. Il 30 agosto 2013 viene ingaggiato dal Livorno a titolo definitivo dal Napoli, neo-promosso in serie A. In campionato colleziona 21 presenze (1.444' giocati) e 1 rete (il 29 settembre 2013, Hellas Verona-Livorno 2-1). Dopo la retrocessione in serie B del Livorno, la società amaranto non esercita l'opzione per prolungare il rapporto di un'altra stagione e il 31 luglio 2014 firma un contratto biennale con la Virtus Entella. Infine il terzo ex grigiorosso in forza al Livorno è Pasquale Maiorino. Il trequartista scuola Vicenza giunse a Cremona nella stagione 2015/16 del campionato di Lega Pro. Con i lombardi collezionò 30 presenze con 5 gol all'attivo. L'anno dopo ci fu la promozione in serie B della Cremonese. Con la maglia grigiorossa disputò 28 match trovando per ben nove volte la via della rete. L'anno scorso debutta con il club lombardo nel campionato 2017/18, il 26 agosto 2017 nella partita Parma-Cremonese (1-0) ma il 31 agosto 2017 viene acquistato a titolo definitivo dal Livorno.