Breda: "Sul campo della Salernitana non partiamo sconfitti"

22.02.2020 17:40 di Marco Ceccarini   Vedi letture
Breda: "Sul campo della Salernitana non partiamo sconfitti"

Tirrenia – “Il gioco del calcio è incredibile perché non c'è niente di scontato. La Reggina di Mazzarri si salvò in Serie A malgrado undici o dodici punti di penalizzazione. Sappiamo che sarà difficile, difficilissimo, ma finché la matematica non ci condanna, ci dobbiamo credere. Sicuramente cercheremo di non arrivare ultimi. Questo non tanto perché, non arrivando ultimi, magari possiamo avere più speranze di essere ripescati, nel caso ci siano ripescaggi o riammissioni, ma per noi stessi, per dare un senso diverso a un campionato in cui finora è andato tutto storto”.

Roberto Breda, allenatore del Livorno, ha parlato così nella conferenza stampa di presentazione della gara di domani a Salerno, allo stadio Arechi, contro la Salernitana.

“Sabato scorso, contro il Cosenza, nel primo tempo c'è stato un blocco mentale”, ha affermato Breda. “Purtroppo a volte capitano situazioni del genere, anche se non dovrebbero accadere. Già nel secondo tempo c'è stata una piccola reazione. Ci è servita per non sbracare. Ora, però, dobbiamo dare una svolta ai risultati sia in casa che in trasferta. Insomma, dobbiamo iniziare a fare quello che non siamo stati capaci di fare finora. A Salerno ci attende una gara difficile, ma non partiamo battuti. Tra l'altro a Salerno, da avversario, non ho mai perso. Ma non credo alla cabala e poi quest'anno ci va tutto storto. Dobbiamo dare un'inerzia diversa al nostro campionato nella consapevolezza che quello salernitano è un campo difficile e che quella di domani sarà una partita complicata”. E poi: “All'andata, proprio contro la Salernitana, non giocammo male, anche se da quella sconfitta interna iniziò il periodo più difficile del nostro campionato”.

Breda, sollecitato dalle domande dei giornalisti, ha parlato anche della sua esperienza a Salerno, dove tra l'altro, anni fa, è stato anche assessore comunale allo Sport: “Alla Salernitana ho vissuto tante emozioni, passando dalla Serie C alla A. Lì ho avuto tante soddisfazioni. Adesso, però, devo pensare al Livorno. Conosco bene quel campo. Siamo concentrati sulla partita”.

Sulla formazione ha anticipato che Viviani non è ancora pronto per il rientro e ha fatto intendere che per il ruolo di portiere è indeciso tra Plizzari e Zima, ma ha concluso sulla visita svolta dal presidente Spinelli, in settimana, al centro Coni di Tirrenia e sui “consigli” elargiti dallo stesso: “La visita del presidente ci ha fatto piacere. Ha lanciato il messaggio di crederci ancora. Lui dà sempre indicazioni. E' da tanti anni che è nel mondo del calcio, se ne intende, inoltre gli piace dare dei consigli, come d'altronde fanno molti presidenti. Questo, però, non significa che si sostituisce all'allenatore. Alla fine le scelte tecniche le faccio io”.