Breda si presenta: "Sarà dura, abbiamo bisogno di tutti"

07.11.2018 14:14 di Marco Ceccarini  articolo letto 914 volte
Breda si presenta: "Sarà dura, abbiamo bisogno di tutti"

Tirrenia - Non si sbilancia nelle promesse, Roberto Breda, ma fa capire che ci crede. Anche perché, detto per inciso, sennò non avrebbe accettato di venire a Livorno in un momento sicuramente molto delicato a sostituire Cristiano Lucarelli, che a Livorno, nel calcio, non è uno qualsiasi.

Breda, oggi al centro Coni di Tirrenia, è stato presentato alla stampa dal direttore generale Mirco Peiani e dal direttore sportivo Mauro Facci. E ai giornalisti, in una sala stampa colma di cronisti e fotografi, ha espresso pochi ma chiari concetti.

Il primo, sui giocatori: "Ne conosco molti. Diversi li ho avuti in altre squadre, altri invece li ho incontrati come avversari. Nel complesso formano una squadra discreta. Il Livorno non merita la posizione in classifica che occupa. Non sarà facile, questo è chiaro, ma abbiamo tutto il tempo e la capacità di raddrizzare il campionato". Un obiettivo che però, per Breda, è possibile solo con l'auto della piazza: "Possiamo farcela, è vero, ma solo se abbiamo il sostegno dei tifosi e remiamo tutti nella stessa direzione".

Il secondo punto è stato sul suo arrivo. Breda si è detto contento di essere a Livorno: "Sono consapevole di arrivare in una piazza di alto livello in un momento non facile, delicato, oltretutto al posto di un allenatore che, da giocatore, ha fatto la storia di questa squadra. Posso solo dire che l'impegno sarà totale. E posso aggiungere che sono onorato di essere a Livorno. Le motivazioni sono decusamente tante".

Il direttore generale Peiani ha ringraziato Lucarelli per il lavoro svolto e ha evidenziato che dietro alla scelta di cambiare guida tecnica, c'è stato e c'è il desiderio di non lasciare nulla di intentato: "Vogliamo ottenere la permanenza in Serie B".

Il direttore sportivo Facci, infine, ha fatto capire perché è stato scelto Breda: "Ha ottenuto salvezze importanti con il Latina e con la Ternana ed inoltre nello scorso campionato ha portato il Perugia ai playoff. E' un tecnico che conosce bene la categoria e l'ho potuto personalmente apprezzare a Latina".