Amaranto, tutto pronto per l'esordio in Coppa Italia

10.08.2019 13:35 di Carlo Pannocchia   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Amaranto, tutto pronto per l'esordio in Coppa Italia

Livorno - Gli amaranto si preparano per il secondo turno di Coppa Italia che apre ufficialmente la stagione dei tre punti. La parola passa al campo. Il Carpi, avversario di serie C, non è affatto da prendere sotto gamba. Si gioca l'11 di agosto alle 20.45 allo stadio Armando Picchi e un eventuale successo permetterebbe agli amaranto di sfidare il Cittadella o il Padova, sempre al Picchi, nel turno successivo. A dirigere Livorno-Carpi è stato designato Manganiello di Pinerolo. Il Livorno arriva alla partita di domenica con circa un mese di preparazione alle spalle. Il 14 luglio gli amaranto sono pariti per il ritiro di Gubbio. Mister Breda ha tutti abili e arruolati, compreso il centrocampista Rizzo, l'ultimo acquisto di mercato. I pali dovrebbero essere difesi da Zima. Sugli esterni, stando alle indicazioni emerse venerdì, potrebbero giocare con Gonnelli, a destra, e Boben, a sinistra. Al centro della retroguardia, Bogdan potrebbe prendere il posto di Di Gennaro. A centrocampo la linea a quattro dovrebbe essere composta dagli esterni Morganella e Gasbarro e dai centrali Agazzi e Luci. In attacco, poi, ci sono alcuni dubbi. Il brasiliano Murilo dovrebbe giocare dietro le punte. Infatti affianco a Raicevic giocherà Mazzeo, con Marsura pronto a dare il suo contributo dalla panchina ma non è escluso che giochi dal primo minuto. La gara al Picchi di Livorno sarà dunque il primo banco di prova per la squadra di mister Breda, a tredici giorni dalla partita esterna contro la Virtus Entella che segnerà il debutto in campionato. Sono due i precedenti in Coppa Italia tra Livorno e Carpi: nel 2015/16 e nel 2017/18. Entrambi gli incontri furono vinti in casa dai biancorossi: 2-0 il 16 agosto 2015 nel Terzo Turno (doppietta di Matos nei supplementari) e 4-0 il 6 agosto 2017 nel Secondo Turno, quando Verna, una doppietta di Mbakogu e Jawo stesero gli amaranto di mister Sottil.