Una vittoria per il morale

06.08.2018 15:54 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 509 volte
Una vittoria per il morale

Livorno – Buona la prima, come si dice in questi casi. Il match contro la Casertana, valevole per il secondo turno di Coppa Italia, aveva un’importanza più sul piano morale che su quello strettamente pratico: si sa, partire con il piede giusto serve sempre ad alimentare entusiasmo e ad accumulare autostima. Poco importa quindi che la prestazione degli uomini di Lucarelli non sia stata scintillante: ad agosto, d’altronde, è normale non essere particolarmente brillanti, soprattutto se si ha a disposizione una squadra composta in buona parte da calciatori di notevole struttura fisica. E la pesantezza nelle gambe, inutile negarlo, si è avvertita chiaramente. Ma ciò che lascia ben sperare è l’atteggiamento messo in campo dalla truppa labronica: grinta, determinazione su ogni pallone, voglia di non mollare mai anche quando le forze fisiche erano ormai agli sgoccioli. E tutto ciò malgrado la serata degli amaranto non sia stata particolarmente fortunata, anzi: dopo nemmeno mezz’ora di gioco Lucarelli, già alle prese con numerose assenze, si è infatti trovato costretto a rinunciare anche a Diamanti e Dainelli, due dei perni attorno ai quali la società di Aldo Spinelli ha deciso di costruire  la squadra.

Certo, ci sono anche molti aspetti su cui bisogna ancora lavorare, come la disattenzione che ha portato al calcio di rigore in favore della Casertana, ma questo rientra nella normalità: altrimenti non saremmo ancora agli inizi di agosto.