Solo calcio d'agosto ma...

09.08.2018 12:01 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 1086 volte
© foto di Federico Gaetano
Solo calcio d'agosto ma...

Livorno – Premessa d'obbligo. E' vero, è solo calcio d'agosto e un'amichevole non fa testo, specie se giocata imbottita di seconde linee. Se si considera che il primo match ufficiale, il secondo turno di Coppa Italia, è stato superato (seppur ai rigori) con una prestazione più che dignitosa non c'è bisogno di creare allarmismi. Anche perché è fresco il ricordo di di quell'estate in cui il Livorno in precampionato sconfisse perfino l'Olympique Marsiglia e partì a razzo...e come finì quella stagione, ahinoi, lo ricordiamo tutti.

Detto tutto questo è chiaro che perdere un test infrasettimanale contro una squadra che fino a pochi mesi fa ci sfidava in campionato ci può stare, rientra nella normalità delle cose: prenderne quattro e rimediare una sonora figuraccia però fa quantomeno storcere il naso. Nessun dubbio che quello sceso in campo ieri sera a Pontedera non era certo il vero Livorno ma qualche considerazione questo 0-4 la impone. Se era un'occasione per le seconde linee di mettersi in evidenza, bè possiamo dire che la prova non è stata superata e che molto probabilmente, questa rosa, necessita ancora di qualche rinforzo. Ma soprattutto, l'amichevole di ieri, ci ha riportato un po' tutti sulla terra. Bellissimo l'entusiasmo ma non dimentichiamo chi siamo e da dove veniamo. Come ha ricordato mister Lucarelli questo gruppo ha come obiettivo primario quello di conquistare una salvezza tranquilla. Guai a illuderci. Solo ad obiettivo raggiunto, eventualmente, si potrà pensare a qualcos'altro. Piedi per terra, sudare e lavorare.