Primi punti e primi gol in campionato, ripartiamo da qui

21.09.2019 23:08 di Carlo Grandi   Vedi letture
Primi punti e primi gol in campionato, ripartiamo da qui

Livorno - Il Livorno batte il Pordenone e finalmente arrivano i primi punti e i primi gol in questo campionato. Una gara figlia della voglia di muovere la classifica e anche vittima delle partite precedenti. 

Non è stato per niente facile rialzare la testa dopo le tre sconfitte subite; ma sicuramente il suo contributo l'ha dato la visita in settimana del presidente Spinelli al Centro Coni. Un sciu Aldo che ha ribadito la fiducia alla squadra, ma che ha chiesto una prova di carattere e determinazione,pur riconoscendo che occorreranno almeno una quarantina di giorni prima di vedere il vero Livorno. 

Un Livorno concreto, che ha finalmente capitalizzato la mole di gioco prodotta, e che ha trovato in Marras un giocatore fondamentale alla causa. L'ex Pescara si è caricato sulle spalle la squadra dopo il gol subito, diventando il centro della manovra e realizzando infine il gol- vittoria degli amaranto. 
Una nota lieta, una presenza che potrà anche aiutare i vari Marsura, Murilo etc. a migliorare partita dopo partita grazie alla sua esperienza.

Davanti il ballottaggio Mazzeo - Raicevic ha visto il secondo apparentemente dare di più alla causa. Inutile tuttavia mettere la croce addosso ad un giocatore come Mazzeo che viene da una stagione sfortunata ma che, numeri alla mano, è l'unico che ha dimostrato tra gli attaccanti in dotazione a Breda di saper segnare con continuità. Due anni fa avevamo un giocatore come Vantaggiato dato per deleterio e finito di questi tempi, e allora fu Sottil ad insistere e ad aspettarlo con forza; sappiamo anche come è andata a finire. 

Difesa come sempre una garanzia, con una nota di merito per Boben, un giocatore arrivato nello scetticismo generale e che invece sta migliorando partita dopo partita. Roccioso, puntuale e sicuro lo sloveno sembra addirittura avere le carte in regola per diventare il perno della difesa amaranto.
Nota stonata, l'ennesima disattenzione difensiva, in un'azione in cui la difesa amaranto non ha saputo rinviare il pallone a dovere concedendo ben 3 cross consecutivi agli avversari. Da rivedere anche perchè visti i tempi che corrono sarà difficile segnare sempre 2 gol a partita....

Ultima nota di merito per Agazzi, sempre più una certezza in questa squadra, e complimenti al gol realizzato, una prodezza costruita e cercata che ha permesso alla squadra di Breda di sbloccarsi dopo un lungo digiuno.

Fortuna vuole che si rigiochi subito; martedì il Livorno va a Cosenza, sul un campo difficile contro una squadra alla disperata ricerca di punti. Braglia è allenatore bravissimo a caricare mentalmente i suoi, e uscire indenni da una partita del genere rappresenterebbe un ulteriore passo in avanti verso quello che deve essere l'obiettivo stagionale, ovvero la permanenza in cadetteria.